Terremoto: numerose scosse nella notte nel Centro Italia, l’analisi INGV [MAPPE]

/
MeteoWeb

Undici scosse di terremoto sono state registrate dall’Ingv, dopo la mezzanotte, nelle zone del Centro Italia già colpite dal sisma. Le scosse hanno avuto una magnitudo da 2 e 3.4. La scossa di magnitudo 3.4 è stata registrata alle ore 3.42 tra l’aquilano, il teramano e il reatino: i comuni più vicini all’epicentro sono stati Pizzoli, Barete e Capitignano. Già ieri, rispettivamente alle 23.16 e alle 23.19, sono state registrate dall’Ingv due scosse forti di magnitudo 4.0 e di magnitudo 4.1: in entrambi i casi il comune più vicino all’epicentro è stato Visso (Macerata).

Ecco i dati e l’analisi INGV dei 3 eventi tellurici più rilevanti verificatisi nella notte:

Tra le 23:09 e le 23:19 (italiane) la Rete Sismica Nazionale dell’INGV ha localizzato 3 terremoti di magnitudo maggiore o uguale a 3.5 tra le province di Macerata e Perugia, nell’area interessata dalla sequenza sismica iniziata nel mese di agosto del 2016.

DATA E ORA (ITALIA)MAGNITUDOZONA
2017-04-27 23:19:42ML 4.14 km NW Visso (MC)
2017-04-27 23:16:58ML 4.05 km NW Visso (MC)
2017-04-27 23:09:26ML 3.55 km NW Visso (MC)

Come è visibile dalla mappa qui sotto i tre eventi hanno avuto come area epicentrale la zona al confine tra le Marche e l’Umbria nei pressi dei comuni di Visso (MC), Monte Cavallo (MC), Ussita (MC) e Preci (PG).

La sismicità dal 1 gennaio 2017 nell’area della sequenza sismica in Italia Centrale aggiornata alle ore 23:30 del 27 aprile. In rosso gli epicentri degli eventi dell’ultima ora.

I comuni entro 10 km dall’epicentro sono i seguenti (le colonne successive ai nomi indicano rispettivamente la provincia, la distanza dall’epicentro in km, gli abitanti):

Per maggiori informazioni: http://cnt.rm.ingv.it/