Terremoto Reggio Calabria, è avvenuto in una delle aree più sismiche d’Italia [MAPPE]

/
MeteoWeb

Il terremoto di magnitudo 3.2 registrato questa sera in Calabria, con epicentro a 5 km da Santo Stefano in Aspromonte, è avvenuto in un’area ad altissima sismicità, classificata in Zona 1 nella classificazione sismica del territorio nazionale. Essendo avvenuto in un’area densamente popolata, è stato avvertito da molte persone nonostante la bassa magnitudo.

Storicamente in quest’area sono avvenuti terremoti molto forti. Il più famoso è quello del 28 dicembre 1908, il cui epicentro si situò a pochi chilometri dal sisma che è avvenuto oggi. In quell’occasione molti centri abitati dove oggi la scossa ha causato apprensione, sperimentarono una intensità macrosismica del X-XI grado nella Scala Mercalli.

Come si può vedere consultando il catalogo dei forti terremoti dell’INGV, L’area interessata dal sisma di oggi venne duramente colpita da altri eventi sismici nella storia recente: quello del 1783, quello del 1905, del 1894 (di questo abbiamo parlato da poco in occasione del suo anniversario), del 1907, del 1975 e 1978.