Tigre uccisa a colpi di bastone e lancia dalla folla: è successo in India, dove è animale nazionale [FOTO e VIDEO SHOCK]

Immagini shock quelle che arrivano dall'India, dove un gruppo di persone si è scagliato su una tigre, colpendola a morte con bastoni e lance, per aver attaccato un uomo entrato in una riserva per tigri

/
MeteoWeb

Una tigre femmina è stata uccisa a colpi di bastone, lancia e machete da un gruppo di persone dopo aver attaccato un uomo entrato in una riserva nazionale per tigri in India. Immagini strazianti quelle che mostrano un gruppo di persone colpire la tigre prima che il povero animale morisse 9 ore dopo. La polizia locale ha confermato di aver analizzato il video e le 31 persone coinvolte sono sotto indagine per l’uccisione di un animale in via d’estinzione. 4 sono già state arrestate. Le autorità forestali che hanno raggiunto il villaggio di Mataina, nel distretto di Pilibhit nello stato dell’Uttar Pradesh, dove è avvenuto l’attacco, hanno dichiarato che non sono riuscite a fare nulla per salvare l’animale.

Le immagini shock, che vedete nel video in fondo all’articolo, mostrano la tigre, che avrebbe avuto circa 6 anni, colpita da una freccia, dimenarsi nell’erba, sdraiata sulla schiena. In quel momento, la gente l’ha attaccata con ripetuti colpi di bastone e machete sulla faccia e sul corpo, mentre urlava “uccidila”. La tigre muoveva lentamente le zampe nell’inutile tentativo di bloccare i colpi. L’animale è riuscito a trascinarsi nella giungla, dove la folla ha continuato a picchiarla. Secondo quanto riferito, avrebbe riportato gravi tagli e fratture ossee. La tigre “ha riportato fratture e ferite quasi in ogni parte del corpo”, confermano le autorità. Un’autopsia svelerà l’esatta causa della morte. È stato anche spiegato che l’animale è stato ucciso perché aveva attaccato e ferito un uomo entrato nella Pilibhit Tiger Reserve per pescare.  Le persone al lavoro nelle risaie vicine sono accorse per cercare di scacciare la tigre e nella battaglia che ne è conseguita, altre 8 persone sono state ferite dall’animale.

Altre decine di uomini hanno velocemente avuto intento di uccidere la tigre, hanno riferito le autorità. Quando un piccolo gruppo di guardie forestali ha cercato di calmare la situazione, il gruppo di persone ha rubato loro un telefono per impedire che chiamassero rinforzi. Le guardie erano armate solo di bastoni di legno ed erano in grande inferiorità numerica rispetto alla folla di persone. Le autorità ora sono indagate anche per non essere riuscite ad abbattere l’animale ferito o a curarlo, considerando che sono passate ben 9 ore prima della morte del felino.

Da quando il video è diventato virale in rete, molti indiani, e non solo, hanno espresso la loro rabbia, chiedendosi come si possa uccidere un animale così iconico e in pericolo. In India, le leggi prevedono da 3 a 7 anni in prigione e multe. Nonostante le penalità, però, è difficile far rispettare la legge.  Il database dei reati faunistici della Wildlife Protection Society dell’India (WPSI) registra oltre 1144 casi legati alle tigri, solo pochi dei quali sono risultati in condanne e la maggior parte dei quali sono ancora pendenti. Le registrazioni della WPSI finora mostrano che solo 175 persone sono state condannate per aver ucciso una tigre o per averne commerciato delle parti.

Secondo il WWF, nel mondo sono rimaste meno di 10.000 tigri, solo 2500 in India. Le tigri sono considerate in via d’estinzione dall’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura. La Pilibhit Tiger Reserve ha dichiarato che dal 2012 sono state uccise circa 16 tigri e 3 leopardi a causa dell’interferenza umana, che include l’avvelenamento e l’utilizzo di trappole.