Malesia, enorme tromba marina sull’isola di Penang: caos e danni dopo il passaggio sulla terraferma [FOTO e VIDEO]

L'enorme vortice è apparso poco prima di mezzogiorno (ora locale) da scuri nuvoloni di tempesta dopo un forte acquazzone: panico tra i residenti mentre sono almeno 15 le case danneggiate dal suo passaggio

/

Dopo un periodo di siccità durato più di un mese, l’isola di Penang, nella Malesia occidentale, ha ricevuto intense precipitazioni oggi, 1 aprile, e un’enorme tromba marina è stata osservata nelle acque di Tanjung Bungah, sobborgo di George Town. Il vortice è apparso poco prima di mezzogiorno (ora locale) da scuri nuvoloni di tempesta dopo un forte acquazzone ed è stato visto ruotare sulle acque prima di arrivare al “landfall” sulla terraferma.

I residenti hanno postato sui social network foto e video dell’incontro ravvicinato con la tromba marina prima che si dissipasse. I video che vi riproponiamo in fondo all’articolo mostrano la tromba marina, dall’aspetto di un mini-tornado, avvicinarsi pericolosamente alla costa e ridurre gradualmente la sua velocità mentre virava verso l’isola. Le immagini che trovate nella gallery in alto mostrano anche i danni riportati da alcuni edifici, i cui tetti di zinco sono stati sollevati dal passaggio del vortice. Si ritiene che siano almeno 15 le case danneggiate.

La casalinga Aishah Hashim, 64, ha raccontato: “Ero sola e terrorizzata e non sapevo cosa fare. Temendo che tutta la casa crollasse, sono uscita velocemente fuori. È successo tutto nell’arco di un secondo. Ora non ho un posto dove stare per la notte”, dopo che il tetto della sua abitazione è volato via sotto la spinta dei venti. Un altro residente ha raccontato di aver cercato riparo in un edificio vicino fin quando la situazione non è tornata alla normalità: “Era enorme. Vivo qui da oltre 20 anni e non ho mai visto un evento simile prima. Abbiamo temuto il peggio, ma nessuno è rimasto ferito”.

Le trombe marine non sono insolite a Penang, ma questo particolare vortice ha impiegato circa 40 minuti per dissiparsi, contrariamente a precedenti trombe marine che hanno vorticato intorno all’isola per circa 5 minuti.