Uragano Dorian: si aggrava il bilancio delle vittime alle Bahamas, il Pentagono mobilita le guardie nazionali

L'uragano Dorian è "una tempesta potenzialmente mortale, con forti venti che interesseranno la Florida e la Carolina del Nord e del Sud nei prossimi giorni"

  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
/
MeteoWeb

L’uragano Dorian ha provocato almeno 7 vittime nelle Bahamas: lo ha reso noto il primo ministro Hubert Minnis. “Ci aspettiamo che il bilancio dei morti sia destinato a salire“, ha precisato parlando con i giornalisti nel quartier generale della National Emergency Management Agency a Nassau. Tutte le vittime sono decedute ad Abaco. Il precedente bilancio dei morti provocati dall’uragano Dorian alle Bahamas era 5.

Dopo aver devastato le Bahamas settentrionali, Dorian, declassato a 2ª categoria, si trova (in base all’ultimo aggiornamento) a circa 180 km a est di Cape Canaveral, Florida, e per ora il suo percorso resta al largo della costa, con venti sino a 175 km/h e una velocità di 9 km/h. L’allerta riguarda anche la Georgia, la Carolina del Nord e del Sud: questi ultimi due Stati, secondo il National Hurricane center, presentano il rischio più alto di inondazioni, con piogge attese fra 13 e 25 cm e onde da 1,2 a oltre 2 metri. L’occhio di Dorian dovrebbe passare “vicino o sopra” le loro coste tra giovedì e venerdì mattina.

AFP/LaPresse

Il Pentagono ha mobilitato 5.500 uomini della guardia nazionale: “Sebbene la categoria dell’uragano sia cambiata, rimane sempre una tempesta potenzialmente mortale, con forti venti che interesseranno la Florida e la Carolina del Nord e del Sud nei prossimi giorni“, ha spiegato ai giornalisti il portavoce del dipartimento della Difesa Jonathan Hoffman.
Dorian ha devastato le Bahamas come categoria 5, la massima possibile, prima di spostarsi lentamente verso la costa sud-orientale degli Stati Uniti.
L’80% delle guardie nazionali è stato dispiegato in Florida e il resto suddiviso tra la Georgia e la Carolina del Sud.

Gli USA potrebbero avere un po’ di fortuna nel rispondere all’uragano Dorian ma non abbassate la guardia“: ha scritto il presidente Donald Trump su Twitter mentre la tempesta si avvicina alla costa USA. “Per contro, le Bahamas sono state devastate, stiamo inviando squadre di soccorso“.
Il presidente ha dichiarato lo stato di emergenza nella Carolina del Nord e ha ordinato l’assistenza federale “per integrare gli sforzi di risposta statali, federali e locali a causa delle condizioni di emergenza derivanti dall’uragano Dorian“: lo ha reso noto la Casa Bianca. Il provvedimento autorizza il Dipartimento per la sicurezza nazionale, Agenzia federale di gestione delle emergenze, a coordinare tutte le attività di soccorso e a fornire l’assistenza necessaria alla popolazione.