Uragano Florence, la “pazza” ipotesi ECMWF: ecco come potrebbe arrivare in Europa dopo aver innescato l’ondata di caldo più intensa dell’anno

/
MeteoWeb

L’Uragano Florence sta catalizzando tutta l’attenzione meteorologica di queste ore: si rivelerà nei prossimi giorni la più intensa tempesta tropicale della stagione atlantica, almeno fino al momento, e minaccia centinaia di milioni di persone tra i Caraibi, gli Stati Uniti d’America e … l’Europa. Già, perché c’è anche il Vecchio Continente nel “mirino” dell’Uragano secondo le varie ipotesi e traiettorie che arrivano dagli ultimi aggiornamenti dei modelli matematici. Secondo l’affidabile centro europeo ECMWF, infatti, dopo un lungo viaggio nell’oceano Atlantico fin sulle coste orientali degli Stati Uniti d’America, potrebbe raggiungere proprio l’Europa tra 18 e 20 Settembre.

Intanto nei giorni precedenti, e cioè durante la prossima settimana (in modo particolare tra 10 e 16 Settembre), mentre si troverà sulle coste atlantiche degli State’s, determinerà una poderosa risalita dell’Anticiclone Sub-Tropicale sul Mediterraneo Centrale: l’Italia vivrà la più lunga e intensa ondata di caldo della stagione estiva (!) proprio adesso che siamo a ridosso dell’equinozio d’autunno, mentre tra Spagna, Marocco e Algeria avremo un lungo periodo di piogge alluvionali. Una tendenza che avevamo già delineato nei giorni scorsi, e che diventa sempre più affidabile con le ulteriori conferme dai modelli a distanza sempre più ravvicinata.