Atlantico, Isaac continua a fluttuare tra “tempesta tropicale” e “uragano”: Piccole Antille nel mirino [MAPPE]

  • Tempesta tropicale Isaac e uragano Helene
    Tempesta tropicale Isaac e uragano Helene
/
MeteoWeb

La tempesta tropicale Isaac si muoverà verso ovest e porterà forti venti e piogge intense sulle Piccole Antille durante la seconda parte di questa settimana. Secondo gli aggiornamenti di oggi, martedì 11 settembre, Isaac si trova circa 1.450 km a est delle Piccole Antille e continuerà il suo percorso verso ovest in direzione delle isole. La tempesta è abbastanza compatta per quanto riguarda le dimensioni e questo la renderà più vulnerabile a fluttuazioni di intensità nei prossimi giorni.

Isaac è stato declassato a tempesta tropicale nella notte appena trascorsa, ma potrebbe raggiungere di nuovo l’intensità di un uragano di categoria 1 nei prossimi giorni. Tuttavia, la tempesta dovrebbe incontrare un aumento dello shear del vento alla fine di questa settimana, che è in grado di dissipare completamente sistemi piccoli come Isaac. La quantità di shear che incontrerà, determinerà se Isaac manterrà lo stato di tempesta tropicale o evolverà in un uragano mentre attraverserà le Piccole Antille.

Dalle immagini satellitari, Isaac appare poco organizzato, ma con rovesci e temperali pulsanti e un flusso in aumento verso nord e ovest. La dorsale che guida la tempesta sarà influenzata dall’evoluzione dell’uragano Florence, che lascia aperta la possibilità che Isaac possa virare verso nord prima di raggiungere le Isole Sottovento, evitando quindi di toccare terra. Diversi modelli concordano su questa virata, soprattutto dopo che il sistema entrerà nei Caraibi orientali. Questo percorso, però, porterebbe la tempesta più vicina alle Grandi Antille nel weekend o all’inizio della prossima settimana.

Indipendentemente dalla sua forza, gli impatti indiretti sotto forma di onde alte e correnti di risacca in aumento arriveranno sulle spiagge esposte ad est delle Isole Sopravento e Sottovento britanniche nella giornata di domani, 12 settembre. Forti venti e piogge si intensificheranno tra mercoledì 12 e giovedì 13. Le ultime indicazioni sostengono che la tempesta passerà tra le isole di St. Lucia e Antigua. Molte di queste isole stanno ancora recuperando dopo il devastante uragano Maria, che ha attraversato le Piccole Antille, spostandosi poi su Porto Rico quasi un anno fa.

Le piogge potrebbero essere così intense da provocare alluvioni localizzate. Possibili anche danni agli alberi e alle linee elettriche, soprattutto se Isaac sarà un uragano nel momento in cui toccherà le isole. Le piccole imbarcazioni potrebbero dover restare nei porti e le navi da crociera potrebbero essere costrette a cambiare itinerario per evitare la tempesta. Ma non sono solo le Piccole Antille a dover monitorare attentamente il sistema. Anche Porto Rico, Haiti e Repubblica Dominica farebbero bene a tenersi aggiornati sulla rotta di Isaac oltre le Piccole Antille.

Intanto, l’uragano Helene si allontanerà dalle Isole di Capo Verde, a largo dell’Africa, verso le acque aperte dell’Atlantico centrale, senza una minaccia diretta verso la terraferma.