Uragano Matthew, catastrofico landfall ad Haiti: situazione drammatica, grande paura anche a Cuba, Bahamas e USA [LIVE]

/
MeteoWeb

L’uragano Matthew ha toccato terra nell’Ovest di Haiti, nei pressi della località di Les Anglais oggi alle 7 locali (le 13 italiane): è quindi ufficiale il landfall della tempesta sulla terraferma, precisamente vicino alla località di Las Anglais, scaricando delle piogge torrenziali, venti di fino a 230km/h e innalzando il moto ondoso lungo le coste: lo ha annunciato il centro americano di sorveglianza degli uragani (Nhc) che parla di condizioni “molto pericolose”. “L’uragano si sposta verso il Nord a circa 15 chilometri l’ora e questo movimento generale dovrebbe proseguire. Seguendo questo percorso, l’occhio di Matthew dovrebbe ritornare sulle acque del Golfo di Gonave nella prossima ora, scrive Nhc nel suo ultimo bollettino. Di categoria 4 sulla scala Saffir-Simpson, l’uragano Matthew è uno dei più potenti dell’ultimo decennio. Nella notte aveva già investito le coste haitiane causando inondazioni. Migliaia di persone sono state evacuate e le autorità temono grandi danni con il passaggio del potente uragano sull’isola più povera dei Caraibi. Adesso il timore e’ che possa arrecare danni pesanti alle malconce strutture abitative dell’isola, provocando tantissime vittime.

Uragano Matthew, massima allerta anche a Cuba

Intanto è massima allerta anche a Cuba, dove le autorità hanno fatto evacuare oltre 300 mila persone dalle zone orientali dell’isola in vista dell’arrivo dell’uragano. Lo rendono noto media dell’Avana, precisando che tra le aree al centro dell’evacuazione ci sono Guantanamo e Santiago de Cuba, dove dallo scorso fine settimana si trova il presidente Raul Castro. “E’ necessario prepararsi, non abbiamo altra scelta, questo uragano puo’ avere una potenza doppia rispetto a Sandy”, ha sottolineato Castro, che ha visitato diversi centri dell’area ricordando tra l’altro “l’importanza dell’esperienza accumulata” dalle popolazioni locali in emergenze quali quelle che affronta ora l’isola. A sottolineare la potenza di Matthew e’ stato anche il responsabile del centro di previsioni dell’istituto meteo dell’Avana, Jose’ Rubiea, che ha avvertito in particolare “sull’intensita’ delle piogge” e sul rischio delle inondazioni. La Tv locale ha d’altra parte chiesto “grande disciplina” alla popolazione delle regioni orientali del paese.

Uragano Matthew, prospettive molto preoccupanti anche per Bahamas e USA

Dopo Cuba, Matthew risalirà ancora colpendo in modo estremamente pesante le Bahamas, che rischiano di essere devastate da furiose mareggiate. Ma non è finita qui: gli ultimi aggiornamenti (vedi mappe a corredo dell’articolo) evidenziano un transito pericolosissimo nei prossimi giorni sugli Stati Uniti Orientali, dapprima sulla Florida dove l’uragano transiterà quando sarà ancora di 3ª categoria, e poi anche su Georgia, Carolina del Sud, Carolina del Nord, Virginia, Maryland, Delaware, New Jersey, Pennsylvania, New York, Connecticut, Rhode Island, Massachussets, Vermont, New Hampshire, Maine e infine anche sul Canada orientale.

2xg2_ir_anim