Usa, l’incendio Thomas devasta la California: è il maggiore della storia [FOTO]

  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
/
MeteoWeb

L’incendio ‘Thomas’, che dal 4 dicembre scorso ha bruciato 110.641 ettari nel sud della California, si è trasformato nel più grande incendio nella storia dello Stato americano di cui si ha nota. Secondo i dati resi noti dalle autorità californiane, ad oggi le fiamme hanno causato la morte di due persone e distrutto circa 1.063 edifici.

Il Dipartimento forestale di protezione contro gli incendi ha fatto sapere che Thomas è riuscito a superare ‘Cedar’, l’incendio che nell’ottobre del 2003 ha raso al suolo 110.579 ettari di terreno nella contea di San Diego, e che fino ad oggi era considerato il peggior disastro in California a partire dal 1932. Allora morirono 15 persone e furono distrutti 2.820 edifici.

 Negli ultimi giorni i servizi di emergenza hanno fatto progressi per fermare l’avanzata dell’incendio di cui hanno preso il controllo per il 65%. Tuttavia, quasi 3.000 vigili del fuoco continuano a lavorare nell’area colpita, tra le contee di Santa Barbara e Ventura.