Viaggio a Strasburgo, una delle mete invernali più gettonate [GALLERY]

/
MeteoWeb

Siamo in Francia orientale, a Strasburgo,  una delle mete invernali più gettonate, in grado di regalare ai visitatori una favola d’altri tempi, specie nel periodo natalizio.

Nel capoluogo della regione Gran Est e del dipartimento del Basso Reno, al confine con la Germania sulla riva sinistra del Reno, da non perdere il  celebre Christkindelsmärik, il mercatino di Natale più antico di Francia, il gigantesco albero innalzato al centro di Place Kléber, storica piazza sede anche di una pista di pattinaggio sul ghiaccio; il  village des enfantes, il villaggio dei piccoli dove è impossibile annoiarsi tra spettacoli natalizi, lettura di favole e numerose altre attività ludiche. L’imbrunire è il momento più magico con le facciate dei palazzi e dei negozi illuminati a festa, con nell’aria il profumo di specialità speziate, soprattutto cannella, e chalet in cui fa bella mostra l’artigianato locale.

Cosa visitare a Strasburgo? Il centro storico, racchiuso nella Grand Ile, area quasi interamente pedonale, brulicante di strette viuzze, incantevoli scorci e pittoreschi ponticelli e canali su cui si affacciano bistrot e botteghe di souvenir, la Petit France, all’interno di questa zona, con le colombages, le tipiche abitazioni con pareti a graticcio, ricoperte di gerani fioriti, edifici medievali, rigogliosi parchi e cigni. Da non pardere Maison des Tanneurs, la casa dei conciatori.Assolutamente da visitare la superba Cattedrale di Notre-Dame, capolavoro d’arte gotica, col suo Orologio Astronomico, gioiello di meccanica costruito nel 1547 da orologiai svizzeri ed il 330 gradini da scalare per arrivare in cima alla guglia che offre uno meraviglioso skyline cittadino.

Tanti i musei: il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea, il Complesso di Palais Rohan, che racchiude il Museo Archeologico, il Museo delle Arti Decorative e il Museo delle Belle Arti, sino al Museo Alsaziano e Storico.Per ammirare la parte ottocentesca della città, caratterizzata da grandissime ma severe architetture, tappa alla Place de la Republique, per una passeggiata nel verde una sosta al Parc de L’orangerie, mentre gli appassionati di politica possono osservare il Parlamento Europeo.La città può essere piacevolmente scoperta, in tutti i suoi angoli caratteristici, sia a piedi che noleggiando una bici.