Nei giorni della merla arriva il grande gelo, appello dell’Aidaa: “aiutiamo gli...

Nei giorni della merla arriva il grande gelo, appello dell’Aidaa: “aiutiamo gli animali”

Col freddo siberiano, in arrivo secondo le previsioni meteo in Italia a partire dalle regioni del Nord, aumentano le difficolta’ per gli uccellini ma anche per gli animali randagi in cerca di cibo. Peraltro al via domani ‘i giorni della merla’ (29, 30 e 31 gennaio) che, secondo leggenda, ricordano l’esemplare candido rifugiatosi in un comignolo per trovare riparo e caldo, fino a cambiare colore. Ed essendo l’unica merla superstite al gelo, da allora tutti i merli nacquero neri come il carbone. Per questo, l’Aidaa (Associazione italiana difesa animali ed ambiente) ha stilato consigli per assicurare l’alimentazione agli animali:
PER GLI UCCELLINI: esporre sui balconi delle piccole mangiatoie (ne esistono gia’ pronte), ben visibili e contenenti piccoli pezzettini di grasso e carne avanzata, croste di formaggio, briciole di dolci, frutta fresca e secca e miscele di semi. Le mangiatoie vanno messe in zona non raggiungibile dai gatti. Senza aiuti, piu’ della meta’ passeri, merli, fringuelli, pettirossi, storni e cinciallegre, non sopravvive al gelo e alla mancanza di cibo. Proviamo ad aiutarli noi cittadini”, e’ l’invito delle associazioni animaliste ‘Gaia Animali & Ambiente’ e ‘Diamoci La Zampa’.
PER I GATTI E I CANI RANDAGI: Mettere le ciotole del cibo secco e umido in una zona riparata. No ai croccantini che con l’ umidita’ rischiano di deteriorarsi, mentre la pappa umida potrebbe anche congelare. Cambiare il cibo due volte al giorno e lasciare in luogo riparato anche la ciotola dell’acqua fresca. Mettere a terra delle coperte in modo che cani e gatti possano trovare un po’ di riparo specialmente nelle zone piu’ fredde.
PER ALTRI ANIMALI SELVATICI: Seguire i consigli del Corpo Forestale dello Stato, e prima di prendere qualsiasi iniziativa rivolgersi al numero telefonico 1515.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...