MeteoWeb TV

Lanciato il razzo Soyuz con l'astronauta Samantha Cristoforetti

23/11/2014


Scopri i nostri video

Caccia ai frammenti del meteorite caduto in California. Analogie con la corsa all’oro del 1848

domenica 13 maggio 2012, 15:56 di

Credit: NASA Lunar Science Institute

Gli scienziati sono a caccia di altri frammenti del meteorite che ha provocato una spettacolare palla di fuoco in pieno giorno nei cieli tra il Nevada e la California nel mese scorso. Le rocce spaziali provenivano da un asteroide di dimensioni di una monovolume, che entrando nella nostra atmosfera è esploso per attrito. Frammenti del corpo sono stati ritrovati a Mill Sutter, una vecchia segheria in California, la stessa regione in cui è stata trovata la prima pepita d’oro innescando la famosa corsa all’oro nel 1848. La NASA in effetti ha dichiarato che la corsa ai frammenti del meteorite è eccitante quanto la corsa all’oro, tanto che ricercatori e cacciatori di meteoriti sono scesi in campo sperando di poter recuperare anche un granello della roccia spaziale, capace di contenere preziosi indizi sulla storia del sistema solare e delle molecole che permettono la vita. Parte della roccia è stata ritrovata su un pascolo all’estremità di Lotus, sulle montagne della Sierra Nevada, il cui proprietario dell’azienda agricola, Merv de Hass, ha onestamente donato parte della roccia alla NASA.  “Se potessi contribuire alla scienza in qualche modo sarebbe fantastico,” ha detto de Hass in un comunicato. “Non vedo l’ora di osservare i risultati“, ha aggiunto.  “Mi sento come se avessi fornito un servizio al mio paese“, ha detto Eugena de Haas, la moglie. Il meteorite trovato è molto raro, e gli scienziati sono interessati a studiarlo perché potrebbe contenere molecole che spiegherebbero come i mattoni della vita possano essere stati consegnato dallo spazio. “Questa è una delle meteoriti chimicamente più primitiva“, dice in un comunicato Greg Schmidt, vice direttore del Lunar Science Institute (NLSI) della NASA.

Peter Jenniskens. Credit: NASA Lunar Science Institute

Quello di Mill La Sutter potrebbe essere il campione più profondo raccolto in oltre 40 anni” dice Peter Jenniskens, un astronomo del SETI Institute specializzato in meteoriti, che sta attualmente lavorando con la NLSI e sta conducendo la ricerca. Non appena ritrova un frammento, egli rende nota la posizione esatta, in modo che la squadra sia poi in grado di monitorare al meglio la caduta di questi corpi sulla Terra. Il meteorite californiano è una condrite carboniosa molto rara, che si decompone rapidamente in condizioni di umidità, per cui gli scienziati sperano di individuare eventuali altri campioni prima che possano rovinarsi. Per aiutare la ricerca, è stato scomodato nientemeno che un dirigibile di propietà dell’Airship Ventures, che ha installato una telecamera ad alta definizione a bordo, mentre i passeggeri utilizzano binocoli e macchine fotografiche per individuare possibili siti di impatto. “Ho il sospetto che questa è la prima volta nella storia che qualcuno abbia cercato meteoriti con un dirigibile“, ha detto Schmidt. Secondo i funzionari della NASA, il meteorite trovato dalla famiglia de Haas è uno dei più grandi frammenti ritrovati, ma la ricerca è destinata a continuare per i prossimi mesi. “La famiglia de Haas ha accolto con favore il coinvolgimento della Nasa con le braccia aperte. Voglio esprimere la mia gratitudine personale a loro. Dovrebbero essere lodati per il loro contributo alla scoperta scientifica“,conclude Schmidt.

Commenta



MeteoWeb disponibile su App Store

Iscriviti alla Newsletter
Accedi