L’Università di Sassari studia i cetacei che popolano le acque tra Corsica e Sardegna

Per dieci giorni venti ricercatori, biologi e naturalisti dell’universita’ di Sassari studieranno i cetacei nel mare tra la Sardegna e la Corsica in un laboratorio itinerante su una barca a vela di 17 metri. La spedizione scientifica “Sardegna nord cetacei” partira’ tra il 25 maggio e il 10 giugno, a seconda delle condizioni meteo, e durera’ dieci giorni, durante i quali verranno percorse oltre 400 miglia marine. La campagna di ricerca e’ stata presentata oggi dal rettore dell’ateneo sassarese Attilio Mastino, col direttore del dipartimento di Medicina veterinaria Salvatore Naitana. Da Olbia, base di partenza per la ricerca, il laboratorio mobile si spostera’ nelle acque di Tavolara, Caprera, Santa Teresa, Capo Testa, Castelsardo, Stintino, Alghero e di nuovo Stintino. Se il mare lo permettera’, la ricerca proseguira’ anche lungo le coste della Corsica fino a Cala Gavetta, dove si terra’ una conferenza stampa in cui verranno illustrati i risultati della spedizione. Scopo della campagna e’ approfondire le conoscenze delle specie che popolano il mar Tirreno e degli habitat in cui vivono. Per la prima volta un gruppo composto da esperti di diverse branche della veterinaria dell’ateneo sassarese si confronteranno in uno studio comune in mare aperto. Il diario di bordo della spedizione sara’ aggiornato quotidianamente su un blog. Il progetto e’ patrocinato dai comuni che saranno visitati dall’imbarcazione, in collaborazione con l’associazione 41 nord, il dipartimento di Scienze della natura e del territorio, l’Istituto oceanografico di Murcia in Spagna, la lega navale di Alghero e l’associazione Join Us.