Pistoia: via alla realizzazione di una diga sul torrente Vincio di Brandeglio

Pistoia: via alla realizzazione di una diga sul torrente Vincio di Brandeglio

Comune e Provincia di Pistoia hanno firmato un protocollo d’intesa per la realizzazione di un bacino di accumulo di risorse idriche sul torrente Vincio di Brandeglio in localita’ Statigliana, a monte dell’abitato di Gello. Si tratta di un’opera di invaso pluriuso della portata di 200mila metri cubi di acqua per un costo complessivo di 3 milioni di euro di cui 146.772 a carico del Comune, la stessa cifra (146.772) stanziata dalla Provincia e la restante parte, 2.706.855, finanziata dalla Regione. ”Si tratta di un’opera propedeutica all’autosufficienza idrica del territorio – dice l’assessore alla protezione civile del Comune Mario Tuci – che ci permettera’ di avere a disposizione un grande serbatoio di acqua da raccogliere in periodi di abbondanti piogge e da sfruttare poi in estate quando le precipitazioni scarseggiano, anche a vantaggio della popolazione e dell’agricoltura in momenti di particolare siccita’. La costruzione verra’ realizzata in una zona boschiva e quindi sara’ anche una riserva di acqua cui approvvigionarsi in caso di incendio, naturalmente svolgera’ anche funzioni di mitigazione ai fini del rischio idraulico”. L’opera consiste nella realizzazione di uno sbarramento orizzontale in terra dell’altezza di 14 metri che attraversa il corso d’acqua. La diga sara’ un’opera di ingegneria naturalistica e quindi a basso impatto ambientale. L’invaso, al termine dei lavori, assumera’ la forma di un laghetto che potra’ essere utilizzato anche per la pesca sportiva o altre attivita’ ricreative. Il torrente Vincio di Brandeglio scorre in zona collinare ed ha pendici molto ripide, proprio per questa caratteristica sara’ possibile realizzarvi lo sbarramento senza particolari problematiche. Il Vincio di Brandeglio e’ un importante affluente del torrente Ombrone, in estate quasi sempre asciutto. L’invaso potra’ garantire anche all’Ombrone un flusso minimo e continuo di acqua che portera’ cosi’ al mantenimento della flora e della fauna oltre ad una maggiore fruibilita’ dell’intera area fluviale ricca di percorsi e sentieri. ”Si tratta – commenta il presidente della Provincia di Pistoia Federica Fratoni – di un’opera strategica per la difesa del suolo e la salvaguardia della comunita’, funzionale, da un lato, a limitare il rischio idraulico, nei casi di eccessiva pioggia, e dall’altro a garantire la disponibilita’ della risorsa acqua, nei periodi siccitosi, per il consumo umano, per le attivita’ agricole presenti nella Valle dell’Ombrone e per la tutela dell’esteso patrimonio forestale dall’aggressione degli incendi boschivi attraverso l’accordo, sottoscritto con il Comune, l’obbiettivo e’ quello di dare speditezza alla realizzazione dell’opera, che vede anche la disponibilita’ di un importante contributo regionale”. Adesso il Comune dovra’ approvare il progetto preliminare. La fase successiva vedra’ l’affidamento della gara di appalto dei lavori di costruzione della diga che comprendera’ anche la stesura del progetto definitivo ed esecutivo.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...