Guarda i nostri video del giorno

Allerta Meteo, ciclone Mediterraneo in arrivo al Sud: sarà una “bomba” di maltempo, ecco le zone più colpite

martedì 21 maggio 2013, 18:38 di

rischi allertaMancano ormai pochissime ore all’arrivo sull’Italia meridionale del violento ciclone Afro – Mediterraneo che tra domani e dopodomani, mercoledì 22 e giovedì 23 maggio, provocherà forti piogge, nubifragi, temporali, venti impetuosi e mareggiate tra Sardegna, Marche, Abruzzo, Lazio, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Abbiamo realizzato le nostre previsioni con tutti i dettagli per questa tempesta che si preannuncia molto intensa, buona lettura.

Immagine01IL PERCORSO DEL CICLONE E LE ZONE PIU’ COLPITE DA VENTI IMPETUOSI E MAREGGIATE - Il ciclone si muoverà da sud/ovest verso nord/est portandosi dal nord Africa, dove è nato nell’entroterra algerino, verso il basso Adriatico, a largo del Gargano, e tutto ciò accadrà tra stasera e giovedì mattina. Il vortice ciclonico, così, transiterà sul basso Tirreno per poi attraversare la penisola tra Campania, Basilicata e Puglia, spostandosi giovedì mattina nel mare Adriatico. Di conseguenza, avremo innanzitutto forti venti prefrontali di scirocco tra stasera e domani mattina nella Sicilia tirrenica e in modo particolare nel messinese, con picchi di 110km/h, poi domani nel corso della giornata, con il passaggio del ciclone verso il mar Tirreno, irromperà prima di tutto in Sardegna un furioso maestrale con raffiche fino a 130km/h, e nelle ore centrali della giornata di alzerà un ponente davvero violentissimo tra Tunisia, Sicilia e Canale di Sicilia, con raffiche fino a 140km/h in mare aperto e fino a 120km/h sulla terraferma, tra palermitano, trapanese e agrigentino, dove avremo seri danni per il maltempo e soprattutto mareggiate devastanti. Nel pomeriggio/sera, poi, un violento libeccio investirà tutto il basso Tirreno, estendendosi nella sera/notte anche al Salento. Nella notte il libeccio girerà a ponente sulla Calabria, ma sarà molto forte, con raffiche fino a 130km/h soprattutto tra Lamezia Terme e Catanzaro, dove potrebbero verificarsi addirittura delle trombe d’aria. I litorali tirrenici tra Campania centro/meridionale, Basilicata e Calabria saranno letteralmente devastati da mareggiate davvero furiose. Intanto, con il transito del ciclone verso l’Adriatico, tra mercoledì sera e giovedì mattina si alzerà anche una forte bora tra Marche e Abruzzo.

ImmagineLE ZONE PIU’ COLPITE DA PIOGGE E TEMPORALI - A livello pluviometrico, si tratterà di una vera e propria “bomba d’acqua”. Nella prima fase del peggioramento, la zona più colpita sarà intorno alla Sardegna, nella mattinata e nel primo pomeriggio di domani, mercoledì 22 maggio. A partire dal primo pomeriggio i fenomeni si sposteranno anche sul medio/basso Tirreno, e nel corso del pomeriggio/sera avremo violenti temporali con piogge torrenziali tra Lazio, Campania e Calabria centro/settentrionale tirrenica. Poi, nella notte e giovedì mattina, il “clou” del maltempo sarà nel medio Adriatico, tra Marche e Abruzzo, con violenti temporali e forti nubifragi soprattutto nelle zone costiere. Comunque un po’ su tutto il centro/sud avremo cieli nuvolosi e piogge sparse, anche in Puglia, in Basilicata e in Sicilia, ma in queste aree la farà da padrone più che altro il forte vento, senza eventi precipitativi particolarmente rilevanti. Le tre zone indicate nella mappa sono quelle a più alto rischio alluvioni-lampo con allagamenti, frane e fiumi in piena.

Per monitorare la situazione in diretta seguite le nostre news in tempo reale e le pagine del nowcasting: satelliti, situazione, fulminazioni, radar e webcam. Sulla nostra pagina di facebook trovate ulteriori aggiornamenti e potete interagire con la Redazione inviando foto, segnalazioni o qualsiasi tipo di riflessione. Se volete, scriveteci e inviateci le foto anche all’indirizzo di posta elettronica, redazione@meteoweb.it.

Commenta



MeteoWeb disponibile su App Store

Iscriviti alla Newsletter
Accedi