Maltempo a Palermo, caos e polemiche: città in tilt per la seconda...

Maltempo a Palermo, caos e polemiche: città in tilt per la seconda volta in 5 giorni [FOTO]

palermo01“Ho subito disposto che cento vigili urbani entrassero in azione, alcuni in via Leonardo da Vinci, viale Lazio, via Belgio, via Imera per evitare che gli automobilisti imboccassero viale Regione siciliana e potessero restare intrappolati nei sottopassi, che abbiamo chiuso allertando la Rap e l’Amat per le operazioni e gli interventi di loro competenza. Alcune pattuglie sono state messe anche a presidio dei tombini, che si sono scoperchiati per il forte acquazzone”. Lo dice il comandate dei vigili urbani di Palermo Vincenzo Messina, a proposito del nubifragio che si e’ abbattuto su Palermo provocando allagamenti e mandando il traffico in tilt. “Abbiamo anche chiuso la Favorita – aggiunge – per la caduta di un albero, sono intervenuti gli addetti del settore ville e giardini, mentre nella zona di Mondello si sono verificati allagamenti per motivi strutturali”. “La chiusura forzata dell’asse nevralgico di viale Regione siciliana – spiega il comandante dei vigili – e delle corsie laterali, che si sono allegate, ha generato blocchi a catena in tutta la citta'”. Ma esiste un piano del traffico per situazioni di emergenza? “Dopo il nubifragio di domenica scorsa – spiega Messina – il sindaco Leoluca Orlando ha disposto un coordinamento costante tra tutti i soggetti deputati ad intervenire in situazioni come queste, gia’ prima del verificarsi dell’evento meteorico. Sono in costante contatto con il sindaco e l’assessore Bazzi”, conclude il comandante.

palermo02FEDERCONSUMATORI: “CHIEDEREMO I DANNI” –E’ bastato un temporale di un’ora per gettare Palermo di nuovo nel caos. Le zone della citta’ che si sono nuovamente allagate sono le stesse di quattro giorni fa: viale Lazio, via Belgio, viale Regione Siciliana, via Re Ruggero, via Galileo Galilei. Sono anche arrivate numerose segnalazioni di auto bloccate in piazza Indipendenza, con l’acqua che arrivava sino ai finestrini, e di uffici e magazzini che hanno subito il danneggiamento dei propri beni“. Lo dice Lillo Vizzini, presidente di Federconsumatori. “Non sono bastati gli enormi disagi dei giorni scorsi. Non sono bastate le azioni legali intraprese nei confronti del Comune e dell’Amap. Non sono bastate le previsioni meteo che, da giorni, annunciavano l’arrivo di forti perturbazioni – aggiunge Vizzini – Federconsumatori annuncia che saranno intraprese azioni legali nei confronti dei responsabili della mancata manutenzione delle strade, sia per tutelare chi ha subito danni, sia per evitare che eventi del genere debbano ripetersi”. “L’inerzia dell’amministrazione non puo’ essere tollerata, specie laddove siano in gioco diritti fondamentali quali quello alla salute ed all’integrita’ fisica. La manutenzione delle strade – conclude – rientra tra gli obblighi dell’amministrazione comunale, i soldi, va ricordato, sono riscossi con la Tares, alla voce servizi indivisibili. Invitiamo coloro che hanno subito danni alle proprie vetture, agli immobili o alla persona a contattare il nostro sportello, chiamando lo 0916173434, per ricevere assistenza dall’ufficio legale di Federconsumatori e ottenere il giusto risarcimento”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...