Tecnologia: a Madrid la “fantasmagorica” protesta con il corteo in ologrammi

Tecnologia: a Madrid la “fantasmagorica” protesta con il corteo in ologrammi [VIDEO]

La tecnologia non ha più limiti e si presta anche per la difesa del diritto di libera espressione a Madrid, dove centinaia di manifestanti in formato “ologrammi” sono scesi in piazza per manifestare contro il Parlamento

Nella  notte fra sabato e domenica, nel centro di Madrid, proprio davanti al palazzo del Parlamento, si è svolta una protesta per la libertà di espressione. Fin qui nulla di sorprendente, se non fosse che il corteo di manifestanti non era in carne ed ossa ma la piazze era gremita di centinaia di ologrammi, l’immagine “fantasmagorica” delle persone che da tutte le parti del mondo hanno voluto essere presenti a questa protesta in modo virtuale ed a dir poco inquietante. Hanno sfilato per un’ora circa i 17.857 manifestanti formato virtuale di ogni parte del mondo, al motto di “Libertà di espressione”. La protesta è stata organizzata per manifestare contro la legge “di sicurezza cittadina” del governo Rajoy, in vigore dal prossimo luglio, che riduce il diritto di manifestazione poiché prevederà multe fino a 30 mila euro per chi marcia in carne ed ossa sotto il Parlamento. Ed ecco che dunque, per i manifestanti, la tecnologia è stata utilissima poichè ha permesso loro di realizzare comunque il loro corteo di protesta anche se non in carne ed ossa. L’evento è stato sicuramente uno degli atti provocatori più spettacolari mai visti prima. Per realizzarla è bastato prestare la propria faccia a una telecamera attraverso il web (ed eventualmente anche la voce con gli slogan a piacere) per una scannerizzazione la cui elaborazione avrebbe marciato nel corteo libertario, da come si legge su La Repubblica.

Questa è stata la prima manifestazione tecnologica di una protesta politica per mettere in luce  e sottolineare che neanche una legge può limitare il diritto di manifestazione e di protesta di un popolo. La realtà si veste di ologrammi dunque. Che sembrano ormai impazzare in ogni dove. Un ologramma di Virgilio e uno di Teodolinda faranno da guida ai visitatori del padiglione della Lombardia all’ Expo, ologrammi del feto stanno per sostituire l’ecografia nelle gravidanze e l’uomo anticiperà lo sbarco su Marte attraverso un ologramma. Che sia questo il futuro della politica fra proteste e dibattiti in piazza in cui parteciperanno le figure virtuali dei politici?

 

 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...