Scienza: domenica 13 settembre arriva il Kreyon day

Al Kreyon day ci saranno opere collettive, laboratori, giochi musicali, creazione di storie, piattaforme interattive per cimentarsi in giochi online, confrontandosi con il pubblico allargato delle reti multimediali

La magia del gioco dei numeri con il matematico Ennio Peres, esperimenti di creatività verbale con Anna Maria Testa, la conoscenza di concetti scientifici con le bolle di sapone ghiacciate del fisico Lan Chabay. Questo e molto altro al Kreyon day, la giornata dedicata alla creatività, in programma domenica 13 settembre 2015 al Palazzo delle Esposizioni di Roma (dalle 10 alle 19, via Milano 13, ingresso gratuito). Al Kreyon day ci saranno opere collettive, laboratori, giochi musicali, creazione di storie, piattaforme interattive per cimentarsi in giochi online, confrontandosi con il pubblico allargato delle reti multimediali. Ma anche dibattiti e conferenze tenute da scienziati di diversi paesi. Tra gli altri, la campionessa olimpica di scacchi Judit Polgar, il matematico Ennio Peres, l’antropologo Andreas Roepstorff, il fisico Thomas Fink etc.. E’ un invito ad approfondire il tema della creatività e a misurare la propria. Invito che si farà concreto anche con il contributo dei visitatori su statue e murales di Lego o anagrammi in formato gigante da realizzare a più mani. Il progetto Kreyon nasce dall’interesse di un gruppo di fisici italiani per i temi della creatività e dell’innovazione e ha una vocazione internazionale e interdisciplinare. Finanziato dalla John Templeton Foundation, coinvolge una comunità di scienziati ed esperti di tutto il mondo e di vari settori: fisici, matematici, antropologi, artisti, fotografi, enigmisti, comunicatori, scacchisti, più vari enti di ricerca e fondazioni. Il progetto Kreyon è coordinato da Vittorio Loreto professore di fisica della Sapienza, università di Roma. La partecipazione al Krayon day e a tutte le sue attività è gratuita, ma è necessario iscriversi (http://www.kreyon.net/kreyonDay/).