Scienza, il ministro Giannini “La ricerca è l’unica vera risposta ai problemi...

Scienza, il ministro Giannini “La ricerca è l’unica vera risposta ai problemi del Paese”

La Ricerca torna ad essere una priorità per l'Italia: si investiranno 2,5 miliardi per il Piano Nazionale della Ricerca

Il Ministro per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca, Stefania Giannini, nel convegno organizzato a Roma dall’Assobiotec, l’associazione della Federchimica che riunisce le aziende biotecnologiche italiane , lancia un messaggio di speranza per il futuro del Paese nell’ambito della ricerca.

La ricerca è l’unica vera risposta ad una società che deve affrontare sfide come invecchiamento della popolazione, cambiamenti climatici e flussi migratori“, ha dichiarato, ricollegandosi alla stessa linea di pensiero espressa dalla Bonino, secondo la quale:” scienza e democrazia vanno di pari passo e sono il baluardo contro estremismo e oscurantismo”.

Serve una regia nazionale che coinvolga istituzioni e imprese per favorire l’innovazione” e che “identifichi le biotecnologie come un settore prioritario per il Paese”, ha invece asserito il neopresidente dell’Assobiotec Riccardo Palmisano.

Per la Lorenzin 27 e 28 aprile saranno le date della svolta: si profileranno le prime strategie nazionali per la ricerca e l’innovazione.

Stefano Firpo, direttore generale per la Politica industriale, la competitività e le Pmi del ministero dello Sviluppo economico, non si è astenuto nel dire la sua, dichiarando che :” bisogna creare in Italia “un ambiente culturale favorevole alla ricerca”.

Il Piano Nazionale della Ricerca tanto discusso dalla Giannini  prevede un investimento medio annuo di 2,5 miliardi e si concentrerà su temi di rilevante calibro quali spazio, biomedicina e agricoltura.

La petizione che chiede di portare al 3% del Pil i fondi per la ricerca lanciata nei giorni scorsi dal fisico Giorgio Parisi, ha raggiunto quasi 55.000 firme, tra cui anche il benvolere del ministro , oltre che i riscontri positivi dettati dagli spazi delle riviste scientifiche internazionali come Nature e Science:               “Appartengo alla comunità accademica e per questo non potrei non sottoscrivere la petizione” ha detto Giannini.

Dobbiamo fare nostro l’appello abbinando alle maggiori risorse la qualità della spesa sulla base della selezione di obiettivi; Gli investimenti vanno fatti soprattutto a livello universitario, dove si concentra il 75% della ricerca” ha concluso il Ministro.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...