L’annona: il cuore esotico della Calabria

L’annona: il cuore esotico della Calabria

L'annona è il frutto esotico coltivato solo in alcune zone della Calabria. Ecco le caratteristiche e le proprietà che possiede

L’annona è una semisconosciuta pianta da frutto originaria degli altipiani andini di Perù, Ecuador, Colombia e Bolivia. Ma l’annona è un frutto pregiato e una caratteristica particolare, viene coltivata solo nelle zone di Reggio Calabria e di tutta la costiera che va da Bagnara a Gioiosa Ionica e nella Sicilia orientare nelle zone di Messina, Roccalumera. Gli esemplari prodotti nella città di Reggio Calabria, questo frutto vanta addirittura una De.c.o. (Denominazione Comunale di Origine): “Annona di Reggio”. Nella città calabrese troviamo la pianta fra le specie esotiche che impreziosiscono il Lungomare Falcomatà.

ANNONA 1La pianta dell’annona si presenta come un albero dall’altezza superiore ai 2 m, con fusto non molto sviluppato e con chioma fitta, foglie larghe e appuntite. A seconda delle varietà, ha una fioritura che parte da maggio e prosegue fino ad agosto ed in alcuni casi anche fino ad ottobre. Nella tipologia più frequente l’inizio della maturazione del frutto si colloca tra fine agosto e settembre. La raccolta del frutto comincia quindi a fine settembre e termina a metà dicembre. L’annona prevede un’ampia gamma di varietà, la più comune è l’annona cherimola, i cui frutti molto articolari, si presentano con una colorazione verdognola, il guscio disegnato da una sorta di pelle a squame e la polpa di un colore bianco-crema in cui all’interno troveremo i semi neri. Il suo sapore è anch’esso molto particolare, è morbido, avvolgente, a tratti acidulo a tratti dolciastro.

cherimoya2La polpa morbida e cremosa di colore bianco-crema, ha una elevata concentrazione zuccherina, non è molto succosa ed è ricca di Vitamina C. Il gusto dolce e aromatico, da molti considerato eccezionale, similmente a quello di tanti altri frutti esotici ha la peculiarità di riunire in se un mix di aromi e gusti. In questo caso ha un profumo e un aroma delicati che ricordano quelli della banana, della pera, della fragola, dell’ananas e di altri frutti tropicali. Il consumo ottimale è quello al giusto grado di maturazione, possibilmente freddo e tagliato a metà da consumarsi al cucchiaio, anche perché è difficile da sbucciare senza rovinarlo. Trova spazio nella zone dolciaria come prodotto di pasticceria, ottimi i prodotti realizzati al gusto di annona, come gelato, babà, pasticcini, sorbetto e dessert vari.

ANNONA REGGIOL’annona è un frutto molto nutriente per via dell’altro contenuto di zuccheri e proteine, oltre alle buone dosi di vitamina C, importante per la formazione di collagene nel nostro organismo, utile per proteggersi dallo scorbuto, a sviluppare resistenza contro le infezioni, accelera la guarigione delle ferite e protegge dai radicali liberi. Inoltre l’annona contiene calcio e potassio. L’annona è molto ricca di vitamine del gruppo B dove troviamo tracce di acido folico, riboflavina, piridossina e niacina. 100g di questo frutto (68 Kcal) contengono 15,8 g di carboidrati, 0,2 g di grassi, 2,2 g di fibre e 1,8 g di proteine. Il frutto contiene composti antiossidanti poli-fenolici, tra questi le acetogenine annonacee, potenti citotossine con proprietà anti-cancro, anti-malaria e protegge dai parassiti intestinali.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 3 votes.
Please wait...