Terremoto al Centro Italia: lancette maledette, come a L’Aquila è successo nell’ora “del Diavolo”

Sono solo 4 i minuti che separano il terremoto de L’Aquila del 2009 da quello del Centro Italia, in un orario che le credenze definiscono “Ora del diavolo”. Ecco di cosa si tratta

Ore 3:32 del 6 aprile 2009: un violento terremoto devasta L’Aquila; ore 3:36 del 24 agosto 2016, sette anni dopo, in piena notte, Amatrice, Accumoli, Arquata del Tronto, Pescara del Tronto, Norcia, Castelsantangelo sul Nera rivivono i terrificanti istanti provati dagli aquilani solo pochi anni prima, svegliati dalla terra che si muove, dai mobili che cadono fragorosamente a terra, dai tetti e dai muri che iniziano a crollare.

Solo 4 minuti separano, dunque, il terremoto de L’Aquila del 2009 da quello avvenuto poche ore fa in Centro Italia, in un orario che le credenze popolari definiscono “Ora del diavolo”. Ecco di cosa si tratta. Le 3:33 di notte si contrappongono alle 15:00, momento in cui Gesù esalò l’ultimo respiro sulla Croce, in una sorta di contrapposizione tra Bene e Male. Ma non è tutto: le 15:00 sono ore solari ed il Sole, sin dai tempi antichi, è il simbolo delle divinità benevole, “Occhio di Dio” per i Cristiani. Le 3 di notte, invece, sono ore lunari, associate a divinità malvagie, popolate da tempi immemori da streghe, licantropi, demoni, avvolti dalle tenebre. La luna brilla di luce riflessa, per questo le 3 di notte sono l’ora dell’Anticristo, l’ora di Lucifero, il cui nome, etimologicamente, significa “portatore di luce riflessa”.

TERREMOTO STORIA 2Sarà capitato a tutti, almeno una volta nella vita, di svegliarsi nel cuore della notte ma c’è chi lo fa puntualmente alle 3:33. Coincidenza o ossessione? Sta di fatto che ad alcuni il triplo tre appare spesso nelle situazioni più disparate della vita quotidiana (es. durata di una canzone, player mp3, un film in DVD mostrano la cifra di 3 minuti e 33 secondi e ciò si ripete per la targa della macchina, per la sigla di un elettrodomestico o per la durata di una telefonata). Diversi esperti in esoterismo affermano che in certi momenti, durante il sonno, si possono sperimentare le così dette “paralisi notturne”, durante le quali la persona si rende conto di essere sveglia ma di non potersi muovere. Di solito, associate a queste paralisi, avvengono varie “allucinazioni” dove è possibile vedere entità, mostri ecc. Secondo gli esperti d’esoterismo e paranormale dopo le 3:00 è possibile avere un picco di attività paranormali perché la nostra dimensione e la dimensione di queste entità si avvicina fino a combaciare. Quest’ora è chiamata “Ora del Diavolo”.

EXORCISMSecondo diversi esperti molte morti avvengono durante il lasso temporale che va dalle 3:00 alle 5:00 perché il nostro sistema immunitario è più vulnerabile. Molte persone affermano di sentire presenze misteriose nella propria camera durante la notte inoltrata, forse perché i sensi sono più recettivi. Una pellicola cinematografica dal forte impatto emotivo sul tema è “The Exorcism of Emily Rose”, datato 2005, diretto da Scott Derrickson. Il film vede un’affascinante avvocatessa, single e scontenta di sè, accettare un caso molto difficile, in cui si trova a dover difendere un prete dall’accusa di omicidio per aver praticato un esorcismo mortale su una giovane donna, Emily Rose, che ha assistito a strani fenomeni: rumori improvvisi, odore di bruciato, restando bloccata sul letto da una forza invisibile. In tribunale Padre Richard affermerà che la ragazza non soffriva di epilessia ma era posseduta dal demonio.