Notte Europea dei Ricercatori: l’Istituto superiore di sanità apre i laboratori al pubblico

L'Istituto superiore di sanità resterà aperto in occasione della 'Notte europea dei ricercatori'

L’Istituto superiore di sanità resterà aperto a tutti in occasione della ‘Notte europea dei ricercatori‘, il 30 settembre. Un’occasione per far conoscere l’attività che l’Iss svolge sul fronte della ricerca scientifica e della tutela della Salute pubblica. Dalle 18 alle 23 il programma (http://www.frascatiscienza.it/pagine/notte-europea-dei-ricercatori-2016/programma/) è fitto di eventi che porteranno il pubblico all’interno dei laboratori attraverso visite guidate, ma anche conferenze e spazi espositivi a tema, nella sua sede di viale Regina Elena. Il progetto è promosso dalla Commissione Europea e coordinato da Frascati Scienza, capofila di una rete di ricercatori, università e istituti di ricerca italiani. Le mostre si possono visitare dalle ore 18 nelle aule Marotta e Bovet dell’Iss e nell’anti aula Pocchiari. Le visite guidate, a gruppi di dieci, e le conferenze, invece, devono essere prenotate (http://www.frascatiscienza.it/pagine/notte-europea-dei-ricercatori-2016/prenotazioni-standby/ ) e inizieranno alle 19. Sono numerose le visite tematiche previste: ‘Ambiente e Salute: alla scoperta di cosa danneggia il Dna’, che prevede un viaggio virtuale attraverso gli studi già realizzati e quelli ancora in fase di ricerca e la relazione tra le mutazioni genetiche, le malattie legate al nostro patrimonio familiare, e gli agenti ambientali che ci circondano. Durante la visita sarà possibile vedere la mutazione di batteri e la frammentazione del Dna all’interno dei cromosomi. Altri itinerari sono: ‘Dall’isolamento alla coltura di cellule del sistema immunitario e di cellule tumorali: la ricerca nel campo dell’oncoimmunologia’, ‘Sicurezza dei vaccini virali in età pediatrica’, ‘L’impianto pilota e l’area classificata per il controllo dei farmaci sterili del Servizio biologico’ e ‘La radiobiologia a portata di mano’, durante il quale si potrà approfondire l’interazione tra radiazioni e cellule, i danni al Dna e le alterazioni del metabolismo visti al microscopio ottico e a fluorescenza. Le altre aree tematiche previste dalle visite guida in occasione della ‘Notte europea dei ricercatori’ sono: ‘Laboratorio di ricerca su virus e batteri respiratori’, ‘Sicurezza alimentare e nutrizione’, ‘Le microspie come strumento al servizio della Salute’ e ‘Misura la vita. Test fisiologici del prossimo futuro’, in cui verranno illustrati i principi fondamentali dell’analisi del movimento e della elettrofisiologia della visione mediante pannelli divulgativi, proiezioni video ed esecuzione di esperimenti semplificati. Saranno forniti anche esempi di applicazioni possibili negli scenari attuali ed in quelli ipotizzabili nel prossimo futuro, tra cui la diagnosi e la riabilitazione in clinica, l’allenamento, la performance e la prevenzione degli infortuni nello sport, l’ergonomia, il mantenimento della qualità di vita nell’anziano, la sfida alle grandi patologie (non trasmissibili) del XXI secolo in cui movimento e visione giocano o potranno giocare un ruolo importante. Aperta al pubblico anche la biblioteca dell’Iss, nella quale verranno presentate le collezioni librarie (con particolare attenzione al fondo Rari) e la raccolta di strumenti conservati nella biblioteca dell’Istituto.