Salento, sindaco di Lecce: “Le parole di Briatore sul nostro territorio sono state fraintese”

"Noi del Salento abbiamo scelto, tutti insieme, un certo modello di sviluppo turistico di questo territorio nella riscoperta e nel rispetto delle nostre tradizioni"

Nessuno contesta il nostro patrimonio culturale o ambientale. Noi del Salento abbiamo scelto, tutti insieme, un certo modello di sviluppo turistico di questo territorio nella riscoperta e nel rispetto delle nostre tradizioni: e questo non ce lo può togliere nessuno, forse però ciò che manca sono i brand internazionali del turismo“. Lo ha detto all’Adnkronos Paolo Perrone, sindaco di Lecce in merito a quanto affermato da Flavio Briatore sull’offerta turistica del territorio, sottolineando in particolare la mancanza di servizi adeguati alle esigenze dei turisti più facoltosi. “Ero presente all’incontro al quale ha partecipato Briatore e ho il timore che le sue parole non siano state comprese – ha aggiunto Perrone – sembra un po’ una polemica strumentale. A mio avviso Briatore  voleva dire che qui ci sono masserie, agriturismi un patrimonio culturale e naturale bellissimo, ma mancano le strutture di grandi catene internazionali. E credo non intendesse alberghi di grandi dimensioni ma di brand noti a livello internazionale che possono attrarre, intercettare un certo pubblico, un turismo più facoltoso. Insomma io credo che questo territorio possa avere un’offerta diversificata“.