Terremoto, il generale Graziano torna ad Amatrice e visita i militari impegnati nelle operazioni post sisma

A un mese dal terremoto del 24 agosto, il generale Claudio Graziano, capo di Stato maggiore della Difesa, insieme al Comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, generale Tullio del Sette, ha fatto nuovamente visita ai militari impegnati nelle attività di soccorso e ricostruzione ad Amatrice. ”Il supporto alla popolazione è un impegno che, oggi, dopo l’emergenza e l’iniziale soccorso immediato, diventa esigenza di normalizzazione e di ricostruzione. In termini operativi ciò si traduce in una revisione dell’intervento delle Forze Armate – ha spiegato Graziano a margine della visita ai Carabinieri nel campo ‘Laives’ di Sommati – cambierà l’entità numerica del personale militare impegnato, poiché ne è richiesta una maggiore specializzazione, ma continuerà sicuramente l’impegno al fine di garantire una ricostruzione rapida, a supporto della Protezione civile e di tutti gli organi in campo. E voglio sottolineare proprio quest’ultimo aspetto, perché la sinergia che si è creata tra tutte le forze intervenute, civili e militari, ha davvero funzionato ed è per me fonte di orgoglio”. ”I nostri militari sono di altissima professionalità e sono sempre pronti a operare per la sicurezza, dentro e fuori dal Territorio Nazionale, e a rispondere in tempi ridottissimi, come abbiamo visto, con tutte le loro specificità. Qui, in questi luoghi martoriati dal sisma, abbiamo potuto apprezzare le capacità d’intervento immediato del Genio dell’Esercito e degli assetti dell’Aeronautica, la consueta attività di sicurezza garantita dai Carabinieri e anche il prezioso contributo del ‘San Marco’ della Marina: insomma, una risposta corale – ha sottolineato Graziano – che, come abbiamo dimostrato, siamo pronti a dare rapidamente e, per questo, credo che i militari intervenuti meritino l’apprezzamento del Paese”. Nel corso della visita il capo di Stato maggiore della Difesa e il comandante generale dell’Arma dei Carabinieri hanno poi inaugurato il prefabbricato in legno che ospiterà temporaneamente la Stazione dei Carabinieri di Amatrice, risultata gravemente lesionata ed inagibile per il terremoto. ”Sono particolarmente orgoglioso per il vostro operato e per tutto quello che i nostri militari stanno facendo in questi anni, che sono assolutamente straordinari per qualità e quantità d’interventi – ha detto Graziano – la lotta al terrorismo e al traffico di migranti, le nuove missioni, le accresciute attività per la sicurezza interna e internazionale”. “È indubbio che le Forze armate godono oggi di un prestigio forse senza precedenti e, nell’ambito delle Forze armate – ha aggiunto – è soprattutto a voi Carabinieri che va il mio riconoscimento per quanto avete saputo realizzare negli ultimi anni, tanto a livello nazionale quanto in campo internazionale, suscitando l’ammirazione e la stima della popolazione”. A conclusione, il generale Graziano e il generale Del Sette hanno visitato il Centro operativo intercomunale, dove hanno ringraziato tutti gli operatori presenti per il prezioso contributo prestato nelle attività di soccorso e ricostruzione.