Addio a Mary Hesse, insigne filosofa della scienza

Addio a Mary Brenda Hesse, tra i massimi esperti del dibattito epistemologico concernente il ruolo giocato da modelli e analogie nello sviluppo delle teorie scientifiche

La filosofa inglese Mary Brenda Hesse, tra i massimi esperti del dibattito epistemologico concernente il ruolo giocato da modelli e analogie nello sviluppo delle teorie scientifiche, è morta all’età di 92 anni. L’annuncio della scomparsa è stato dato dall’Università di Cambridge, dove Hesse era professoressa emerita di storia e filosofia della scienza. Hesse si è dedicata soprattutto allo studio della formazione e del funzionamento dei concetti. Tra i suoi libri tradotti in italiano figurano “Modelli e analogie nella scienza” (Feltrinelli) e “La costruzione della realtà” (Il Mulino). Mary Brenda Hesse era nata a Reigate, nel Surrey, nel 1924. Ha studiato presso l’Imperial College of Science and Technology di Londra, dove ha conseguito la laurea in matematica e filosofia e anche il dottorato con una tesi sul microscopio elettronico, specializzandosi poi in filosofia della scienza all’University College di Londra. La sua carriera universitaria è iniziata all’Università di Leeds, dove Hesse ha insegnato matematica fino al 1955, per ottenere poi la cattedra di storia e filosofia della scienza all’University College di Londra. Nel 1960 si è trasferita all’Università di Cambridge dove è stata stata professoressa di filosofia della scienza fino al 1985. La produzione scientifica della Hesse è molto ampia. Tra i suoi libri in lingua inglese “The Structure of Scientific Inference” (1974) e “Revolutions and Reconstructions in the Philosophy of Science” (1980).