Previsioni Meteo, ecco perchè l’Anticiclone Sub-Tropicale arriva sempre più spesso sull’Italia

Previsioni Meteo: l'andamento sinusoidale del Jet Stream determina un sempre più frequente richiamo Sub-Tropicale sull'Italia, ecco i meccanismi che regolano questa particolare dinamica atmosferica

Previsioni Meteo – Abbiamo appena concluso una settimana che sarà ricordata come una delle più calde degli ultimi anni con punte fino a +37°C che, per la prima metà di maggio, rappresentano valori termici da record assoluto per una stagione che è ancora ampiamente primaverile.

Ma già all’orizzonte si profila una nuova rimonta calda sub-tropicale che da giovedì 18 interesserà il Nord-Ovest e poi si accentuerà al Sud nel fine settimana con nuove punte di oltre +30°C assai probabili domenica 21.

Ma perché succede questo  e perché  situazioni assai simili  si ripetono cosi ravvicinate?

La spiegazione esiste ed è più semplice  di quanto si creda. E’ sufficiente osservare la mappe delle Jet Stream, le cosiddette mappe 300 hPa, quelle che danno le correnti in quota ai 7000 metri. Prendiamo quella relativa a giovedì 18 maggio di GFS (vedi mappa a corredo dell’articolo).

Come si potrà osservare il movimento della corrente in quota sul territorio europeo è fortemente sinusoidale, con andamento caratterizzato da salite e discese nella direzione Nord-Sud, ovvero proprio lungo i Meridiani.

Manca totalmente il flusso Atlantico da Ovest, quello che si muove lungo linee orizzontali, ovvero lungo i Paralleli.

44018669_jetstream_416_mapA questo punto occorre ricordare che dal movimento delle Jet Stream dipende il moto della  massa d’aria  sottostante e quindi degli Anticicloni (presenti alla quota dei 5000 metri).  L’Atmosfera è immaginabile come costituita da strati d’aria sovrapposti che scorrono, trascinandosi, uno sull’altro. Nell’immagine accanto una situazione analoga a quella attuale, dell’estate 2007.

Ecco che se la Jet Stream si muove soltanto lungo i Meridiani, come in questo caso, nessun altro movimento sarà possibile per le massa d’aria sottostanti, se non quella sulla direttrice Nord-Sud.

Ed è cosi che trova nuova vita l’Anticiclone Sub-Tropicale, il malefico Gobbo d’Algeri.