Birra e alcol in generale possono aumentare la creatività: ma attenzione a consumarne la giusta quantità

La creatività viene stimolata se ci si limita a determinate quantità di alcol: diversamente si potrebbe ottenere l'effetto contrario

L’alcol può aiutare ad aumentare la creatività, ma solo se consumato nelle giuste dosi: una pinta di birra, ad esempio, rappresenta la giusta quantità per stimolare il nostro estro. E’ quanto dimostrato da uno studio dell’università di Graz in Austria secondo cui un modesto consumo di alcolici potrebbe liberare e favorire alcuni aspetti delle abilità creative. Il merito potrebbe essere imputato al fatto che l’alcol, in piccole quantità, scioglie l’autocontrollo e quindi libera la mente dall’eccessiva razionalità, la quale rappresenta in genere un limite allo spirito creativo.

Pubblicato sulla rivista Consciousness and Cognition, si tratta di uno studio basato sul confronto tra gli effetti di un placebo, ovvero in questo caso una bevanda analcolica, e di una quantità modesta di alcol come, appunto, un boccale di birra. Gli esperti hanno sottoposto un gruppo di soggetti ad una serie di test per misurarne sia le funzioni cognitive sia le capacità creative dopo aver bevuto la birra alcolica o quella analcolica. Dai dati raccolti è emerso che coloro i quali avevano consumato la bevanda contenente alcol, sprigionavano maggiormente il loro potenziale creativo, in particolare alcuni aspetti come la capacità di risolvere problemi pensando fuori dagli schemi, dunque senza fare ricorso al pensiero razionale. Naturalmente, tengono a precisare gli autori, la creatività viene stimolata se ci si limita a piccole quantità di alcol. Diversamente si potrebbe ottenere l’effetto contrario.