Turismo: in aumento i viaggi organizzati verso Italia

"I dati raccolti confermano un trend positivo per il turismo nazionale"

A cura di AdnKronos

Oltre il 77,6% dei Tour Operator intervistati, conferma una crescita dei viaggi organizzati verso l’Italia, il 13,5% una situazione di stabilità e solo l’8,9% segnala una flessione rispetto allo stesso periodo del 2016. E’ quanto si evince da un’indagine condotta tra i principali Tour Operator e Agenzie di Viaggi dall’Agenzia Nazionale del Turismo tramite le proprie sedi estere dalla quale emerge che l’incoming per l’estate 2017 si conferma positivo anche per la domanda organizzata e le previsioni per l’autunno seguono lo stesso trend.
I dati raccolti con il supporto delle nostre sedi estere – commenta Gianni Bastianelli direttore esecutivo di Enit – Agenzia Nazionale del Turismo – confermano un trend positivo per il turismo nazionale anche del mercato turistico B2B, ovvero quella parte di vendite che avviene tramite operatori professionali e i canali tradizionali. Non solo per questi mesi estivi ma anche per la stagione autunnale che seguirà, a conferma che il ‘prodotto’ Italia continua ad essere molto apprezzato e promosso efficacemente. La strada è quella giusta: la stagionalità dell’offerta turistica nazionale deve necessariamente allungarsi il più possibile sia per sfruttare al meglio il potenziale turistico del nostro Paese sia per creare nuove opportunità professionali“. I Paesi per i quali sono segnalati gli incrementi maggiori della vendita della destinazione Italia per il periodo estivo sono: Russia (tra il 20% e il 30%), Austria e Ungheria (tra il 10% e il 15%), Spagna (tra il 2% e il 25%, con una media del 9%), Portogallo (+10%), Usa e Canada (dall’ 5% al 15%), Cina (+15%) e Corea (dal 12% al 20%).
Le località più richieste sono le città d’arte. Oltre alle ‘classiche’ Roma, Milano, Venezia, Firenze, anche i centri più piccoli evidenziano un trend di crescita: maggiore attenzione è rivolta a borghi e località meno frequentate dal turismo di massa. Il turismo eno-gastronomico si conferma tra i principali prodotti richiesti dal turista organizzato e cresce l’interesse per i Laghi, (dalla Germania soprattutto per i laghi del Nord, dalla Svizzera e dal Regno Unito per il Lago di Garda, Regno Unito), e per i tour nel Sud Italia (dall’Austria cresce la formula Fly & Drive per chi viaggia in autonomia; dalla Spagna cresce la Costiera Amalfitana considerata di gran moda).