Disabilità: martedì in Senato la discussione della legge sul riconoscimento della lingua dei segni

La lingua dei segni è lo strumento di comunicazione che consente lo sviluppo cognitivo, l'accesso all'istruzione, alla cultura e all'inserimento lavorativo e sociale

Si terrà martedì in aula al Senato la discussione della legge sul riconoscimento della lingua dei segni, lo strumento di comunicazione che consente lo sviluppo cognitivo, l’accesso all’istruzione, alla cultura e all’inserimento lavorativo e sociale: la legge è attesa da due decenni e riguarda quasi un milione di persone sorde e le loro famiglie.

Ripresentato il 26 marzo del 2013, il testo era già arrivato in aula a maggio 2017 ma a causa di divergenze in Parlamento, l’iter ha rallentato. Si tratta di un provvedimento in prima lettura a palazzo Madama, che dovrà successivamente approdare alla Camera.