Salute: ecco come le condizioni socio-economiche dell’infanzia influenzano lo stato fisico in...

Salute: ecco come le condizioni socio-economiche dell’infanzia influenzano lo stato fisico in età adulta

Ecco i risultati di uno studio dell’Università di Ginevra che ha esaminato i dati di oltre 24.000 persone tra i 50 e i 96 anni di 14 Paesi europei

condizioni socio-economiche infanzia salute adulti

Anche se è già noto che le condizioni socio-economiche influenzino la salute, finora mancava una forte prova dell’associazione tra la vulnerabilità economica dell’infanzia e la salute in età adulta. L’Università di Ginevra (UNIGE) ha esaminato i dati di oltre 24.000 persone tra i 50 e i 96 anni di 14 Paesi europei. È risultato che le persone svantaggiate socio-economicamente durante l’infanzia sono esposte ad un rischio maggiore di avere una scarsa forza muscolare in età avanzata, che rappresenta un buon indicatore dello stato generale di salute. Inoltre, questo rischio non è bilanciato da un miglioramento dello stato socio-economico in età adulta, che prova che i primi anni di vita sono fondamentali.

Gli scienziati suggeriscono, dunque, che una deregolazione fisiologica causata da stress cronico nell’infanzia possa cambiare l’abilità del corpo di mantenere una buona salute nel tempo. Nello studio sono stati considerati 4 indicatori: l’occupazione del capofamiglia, il numero di libri a casa (un indicatore sorprendentemente affidabile della salute futura dei bambini), la qualità delle abitazioni e il numero di persone che ci vivevano rispetto al numero di stanze.

dieta mediterranea anzianiBoris Cheval, ricercatore della Facoltà di Medicina dell’UNIGE, ha dichiarato: “I risultati hanno mostrato che le persone che hanno affrontato difficili circostanze socio-economiche durante l’infanzia avevano in media meno forza muscolare di quelle che erano più avvantaggiate nei primi anni di vita. Anche quando le associazioni erano aggiustate tenendo conto di comportamenti legati alla salute, come attività fisica, fumo, alcol, nutrizione, in età adulta, rimanevano molto significative, soprattutto tra le donne, che spesso beneficiavano meno della mobilità sociale”.

Cheval ha continuato: “Il nostro studio suggerisce anche un effetto diretto, biologico e duraturo di un difficile inizio della vita”, parlando di stress cronico. Molti studi mostrano che la risposta fisiologica allo stress si sviluppa nell’infanzia. Uno stress precoce e duraturo può, dunque, alterare il sistema di risposta allo stress, influenzando in particolare la funzione del sistema immunitario e di quello delle infiammazioni e lo stato generale di salute. In maniera analoga, il livello di reddito familiare in età adulta – principale fattore di stress in caso di problemi finanziari – è strettamente correlato alla forza muscolare.

Stéphane Cullati, ricercatore della Facoltà di Medicina dell’UNIGE, ha concluso: “I nostri risultati mostrano anche una notevole differenza tra i Paesi: gli scandinavi godono generalmente di una salute migliore, indipendentemente dal loro livello socio-economico. Vivono anche nei paesi più egualitari in termini di accesso all’assistenza sanitaria e all’educazione”. I ricercatori continueranno la loro analisi per determinare come i sistemi socio-economici mitighino la correlazione tra un’infanzia svantaggiata e una salute precaria in età adulta.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...