Esplorazione Spaziale, il lancio di Falcon Heavy di SpaceX è una svolta storica: la sana follia di Elon Musk spinge l’Umanità verso traguardi straordinari

Per SpaceX, l’azienda aerospaziale privata guidata de Elon Musk, è stato un test trionfale per il nuovo e grande razzo progettato per trasportare satelliti di grandi dimensioni, così come attrezzature sulla luna, su Marte e verso altri punti remoti

Falcon Heavy, il nuovo, grande razzo della SpaceX, è partito per il suo primo volo, portando con sé una macchina sportiva destinata a compiere un viaggio senza fine fino a Marte. Falcon Heavy è il razzo più potente in uso oggi, raddoppiando la spinta al decollo dei suoi concorrenti più vicini. Per SpaceX, l’azienda aerospaziale privata guidata de Elon Musk, è stato un test trionfale per il nuovo e grande razzo progettato per trasportare satelliti di grandi dimensioni, così come attrezzature sulla luna, su Marte e verso altri punti remoti. Una macchina sportiva rossa, realizzata da Tesla, altra azienda di Musk, ha rappresentato un insolito carico, chiuso all’interno di una copertura protettiva per il lancio.

I tre booster e i 27 motori hanno rombato presso il Kennedy Space Center, mentre migliaia di persone osservavano l’evento da spiagge, ponti e strade nei dintorni, ingorgando le strade come non si vedeva dall’ultimo volo dello space shuttle della NASA. Presso lo SpaceX Mission Control nella California meridionale, i dipendenti hanno urlato, fischiato e sollevato i pugni al cielo al momento del lancio. Altri milioni di persone hanno seguito l’evento in streaming, rendendolo il secondo live streaming più grande della storia di YouTube.

Space X lancia il razzo Falcon Heavy
AFP/LaPresse

Le persone hanno potuto vedere le immagini trasmesse dallo spazio dalla Roadster rossa di Musk che girava intorno alla Terra dopo la caduta della copertura protettiva. Al volante vi era un manichino in tuta spaziale, rinominato “Starman” dalla canzone di David Bowie che ha fatto da colonna sonora al lancio. Due dei booster, entrambi riciclati da lanci precedenti, sono ritornati dopo pochi minuti dal lancio per l’atterraggio a Cape Canaveral.

Musk ha in seguito svelato che il terzo nuovissimo booster è caduto nell’Atlantico a circa 482 km/h e ha mancato la piattaforma di atterraggio galleggiante, spargendo schegge su tutta la piattaforma e mettendo fuori uso due motori. È rimasto imperturbabile di fronte alla perdita del booster e ha detto che aver visto gli altri due atterrare in posizione verticale è stata probabilmente la cosa più eccitante che lui abbia mai visto. Le sue parole: “[Prima della partenza] avevo l’immagine di una gigantesca esplosione sulla piattaforma, il volante che rimbalzava sulla strada, il logo di Tesla a terra da qualche parte. Ma fortunatamente, non è quello che è successo”.

roadster falcon heavy

I soliti carichi dei razzi sono “così noiosi”, ha dichiarato Musk in una conferenza post-lancio, ecco perché la Roadster rossa è davvero qualcosa di rivoluzionario. È la prima auto ad essere stata lanciata nello spazio, verso un’orbita solare che raggiungerà Marte. Le camere montate sull’auto hanno mostrato video incredibili di “Starman” che gironzolava intorno alla Terra, con la mano destra sul volante e il braccio sinistro a riposo sulla portiera dell’auto. Una scritta sul cruscotto recitava “Niente panico!” e “Life on Mars?” di David Bowie risuonava a terra. Sul cruscotto c’era anche una roadster della Hot Wheels con un minuscolo astronauta a bordo.

L’auto dovrà tollerare un bombardamento cosmico per diverse ore, quando attraverserà le cinture di radiazione Van Allen ad alta carica che circondano la Terra. Si prevede che la sua batteria duri per circa 12 ore dopo il lancio. Se supererà tutto questo, raggiungerà i dintorni di Marte in 6 mesi, secondo Musk. L’auto potrebbe viaggiare tra la Terra e i dintorni del Pianeta Rosso per un miliardo di anni. Musk dice: “Forse se scoperta da qualche futura razza aliena, penseranno “cosa stavate facendo, ragazzi? Veneravano questa auto? Perché avevano un’auto piccola?”. Questo li confonderà davvero”. Musk sa che la roadster potrebbe arrivare abbastanza vicino a Marte, ma la possibilità che si schianti sul pianeta è remota.

AFP/LaPresse

A differenza della maggior parte dei razzi, Falcon Heavy non ha ricevuto finanziamenti governativi. Prima del lancio, Musk ha dichiarato che l’azienda ha fatto tutto quello che poteva per ottimizzare il successo. Musk ha già una certa esperienza per gli incidenti con i razzi, dai voli test di Falcon 1 fino a Flacon 9s, uno dei quali è esploso su una piattaforma vicina durante un test di ignizione nel 2016: “Ho visto razzi esplodere in molti modi diversii, quindi sì, è un grande sollievo quando tutto funziona”.

Falcon Heavy sta già scuotendo il mercato del lancio. Il suo prezzo di listino è di 90 milioni di dollari, meno di un decimo del costo previsto per il mega-razzo Space Launch System della NASA, in sviluppo per spedizioni sulla luna e su Marte. SpaceX ha deciso di non trasportare passeggeri sull’Heavy Falcon, ma di accelerare lo sviluppo di un razzo ancora più grande per questo scopo. L’obiettivo finale di Musk è costruire una città su Marte.