“Questione di mesi” per una “mini era glaciale”: la scarsissima attività solare...

“Questione di mesi” per una “mini era glaciale”: la scarsissima attività solare potrebbe davvero produrre temperature record per la Terra

Al momento la mancanza di macchie solari, caratteristica del minimo solare, potrebbe portare temperature basse da record, ma alcuni esperti suggeriscono che potrebbe addirittura produrre una “mini era glaciale”

Qualcosa di insolito, ma forse non così insolito su grande scala, sta accadendo al nostro sole. È previsto, infatti, che vada incontro al suo minimo solare intorno al 2020, ma sembra che questo potrebbe avvenire prima. Al momento la mancanza di macchie solari, caratteristica del minimo solare, potrebbe portare temperature basse da record, ma alcuni esperti suggeriscono che potrebbe addirittura produrre una “mini era glaciale”. Le possibilità che questo si verifichi sembrano sottili a prima vista, ma analizziamo alcune informazioni in più.

Attualmente stiamo vivendo nel 24° ciclo solare registrato. Quello che si ritiene possa provocare una mini era glaciale è un prolungato minimo solare, ossia un esteso periodo di tempo in cui il sole non presenta macchie solari nel minimo dell’attività del suo ciclo. L’ultima volta in cui è stato registrato un prolungato minimo solare, una mini era glaciale si è verificata davvero ed è stata definita Minimo di Maunder. Questo periodo è durato dal 1645 al 1715 circa, quindi più o meno 70 anni. In questi 70 anni, le macchie solari diventarono estremamente rare.

cicli solari
Credit: NASA

Da spaceweather.com sostengono che le macchie solari sono state assenti per la maggior parte del 2018, al punto in cui ritengono che stia arrivando una reazione da parte dell’atmosfera superiore della Terra che, a sua volta, potrebbe produrre queste differenze di temperatura. “Potrebbe succedere nell’arco di pochi mesi. Se le tendenze attuali continuano, potrebbe essere presto stabilito un record di freddo nell’era spaziale”, ha dichiarato Martin Mlynczak, del Langley Research Center della NASA. Parlando della potenziale ondata di freddo che potrebbe raggiungerci, Mlynczak ha detto che “non siamo ancora vicini”, ma una questione di mesi non è poi così tanto tempo.

I dati ottenuti dal satellite TIMED (Thermosphere Ionosphere Mesosphere Energetics and Dynamics) della NASA dimostrano che lo strato superiore dell’aria che circonda la Terra, conosciuto come termosfera, si sta riducendo e raffreddando, facendo letteralmente diminuire il raggio della nostra atmosfera. Da tutto questo potrebbe derivare una vera fase di raffreddamento globale. “La termosfera si raffredda sempre durante il minimo solare. È uno dei modi più importanti con cui il ciclo solare influenza il nostro pianeta”, ha continuato Mlynczak. Inoltre, gli studi della Northumbria University (Inghilterra) e dell’UC-San Diego confermano le osservazioni della NASA, suggerendo che nei prossimi decenni potrebbe verificarsi un grande minimo solare a causa di una bassissima attività delle macchie solari.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...