Art&Science Across Italy, al via la seconda edizione

Alla sua seconda edizione il progetto Art&Science Across Italy, organizzato dall'INFN e dal CERN per i licei italiani

Art&Science Across Italy

Trarre dalle idee della scienza lo spunto per un’opera d’arte: è questa la sfida cui sono chiamati gli studenti del progetto Art&Science Across Italy, che ha aperto ieri all’Università La Sapienza di Roma con il primo seminario, rivolto agli studenti romani. Alla sua seconda edizione il progetto Art&Science Across Italy, organizzato dall’INFN e dal CERN per i licei italiani, coinvolge per il biennio 2018/2020 unidici città italiane (Milano, Torino, Roma, Genova, Potenza, Pisa, Firenze, Napoli, Matera, Venezia, Padova) per un totale di 93 scuole e 4000 studenti. L’obiettivo di promuovere la cultura scientifica tra i giovani, coniugando due mondi molto più vicini di quanto si immagini, e che si basano, entrambi, sulla creatività e sul desiderio di conoscenza.

Il progetto è strutturato in forma di competizione a due livelli, locale e nazionale, è suddiviso in step progressivi con seminari nelle scuole e nelle università, visite a musei e laboratori scientifici, workshop tenuti da esperti del mondo scientifico e dell’arte e attività di tutoraggio durante la realizzazione delle composizioni artistiche. In particolare, per ognuna delle città coinvolte il progetto si è articolato in quattro fasi – formativa, ideativa, creativa, competitiva – seguite da una mostra e una selezione nazionale conclusiva. Dopo un percorso formativo di alcuni mesi, i ragazzi saranno chiamati a progettare e realizzare delle composizioni artistiche, sfruttando diverse tecniche artistiche, dalla pittura alla scultura, e dalla fotografia ai video. Le opere saranno esposte in musei e prestigiose sedi culturali portando alla realizzazione di 11 mostre locali, in ciascuna delle città coinvolte. I vincitori delle tappe locali vedranno infine le loro opere riunite in un’unica esposizione conclusiva (ospitata nell’edizione precedente al museo MANN di Napoli), e premiate, nella primavera del 2020, con un evento conclusivo.