Burian, gelo incredibile a Roma dopo il tramonto sulla neve: la Capitale è già a -3°C, sarà una notte glaciale a causa dell’effetto albedo [GALLERY]

Roma, l'effetto albedo fa crollare le temperature nella notte: verso incredibili punte di -10°C nei parchi della città

Che freddo a Roma! E’ una notte glaciale: nella Capitale abbiamo già -3°C alle 22:00 della sera. Il cielo s’è completamente liberato dalle nubi che nelle prime ore della giornata hanno provocato l’eccezionale nevicata che ha imbiancato tutto l’Agro Romano, dalle spiagge all’entroterra su un’area vastissima. Si sta anche completamente calmando il vento, e la neve è rimasta ancora copiosa al suolo. Ci sono le condizioni ideali, quindi, per un’inversione termica accentuata ulteriormente dall’effetto albedo.

Cos’è l’effetto albedo

In meteorologia, l’effetto albedo è quel fenomeno provocato dalla riflessione emessa dalla neve al suolo, nelle notti di cielo stellato, verso l’atmosfera, tale da far ulteriormente diminuire le temperature. La neve fresca, infatti, ha un’altissima riflettività e in questo modo “rimanda” nello spazio la propria energia fredda. Proprio la neve ha una caratteristica molto importante per attivare questo meccanismo: non solo un’elevatissima riflettività, ma anche il potere di disperderla nello spazio molto rapidamente. Ecco perchè con il suolo innevato di notte la temperatura crolla molto più in basso rispetto ai suoli in cui non c’è neve, in caso di cielo stellato e calma di vento (le nubi e il vento compromettono l’effetto albedo).

Grande gelo a Roma nella notte

Ecco perché stanotte a Roma rischiamo addirittura -10°C nelle zone di campagna, nei parchi e negli aeroporti. Anche nel centro urbano, proprio grazie all’effetto albedo, la temperatura potrebbe crollare fino a -7°C. Ecco perchè anche domani le scuole rimarranno chiuse.

Intanto nella gallery le bellissime foto di Giovanni Caridi dal Parco degli Acquedotti al tramonto.