Ondata di gelo negli USA, il vortice polare ha portato lo spettacolo del parelio: “tanti soli” nel cielo di diversi stati [FOTO e VIDEO]

Il vortice polare non ha solo portato temperature estreme e grandi disagi sul Midwest degli Stati Uniti: i residenti di molti stati hanno avuto la possibilità di ammirare questi meravigliosi fenomeni ottici nel cielo

Il vortice polare che ha portato un gelo brutale responsabile di decine di morti nel Midwest degli Stati Uniti ha prodotto anche splendidi fenomeni solari, noti con il nome di parelio o “sundog”. Secondo il Servizio Meteorologico Nazionale (NWS) statunitense, i parelii si formano quando la luce del sole si riflette attraverso cristalli di ghiaccio nell’atmosfera, producendo punti di luce a circa 22 gradi a destra o sinistra, o entrambe, dal sole, come potrete vedere nelle meravigliose immagini contenute nella gallery a corredo dell’articolo.

L’origine del nome “sundog” non è del tutto chiara, ma secondo Tom Skilling, meteorologo di Chicago, il nome nasce dal mito greco secondo cui Zeus portasse a spasso i cani nel cielo e che tutti quei “falsi soli” che apparivano in cielo fossero proprio i suoi cani. Il termine parelio, invece, significa “con il sole”.

Questo fenomeno ottico generalmente si verifica solo con temperature estremamente fredde, necessarie per la formazione dei cristalli di ghiaccio, ha spiegato Peter Rogers, meteorologo dell’NWS di Sioux Falls. Ecco perché ne sono stati osservati moltissimi con la recente ondata di gelo che ha investito il Midwest. Gli osservatori hanno scattato foto e registrato video dei fenomeni, postandoli sui social network. Perché si formi un parelio sono necessari due fattori: i cristalli di ghiaccio e la bassa posizione del sole nel cielo. I cristalli di ghiaccio si formano quando l’atmosfera è fredda al punto in cui, invece di avere piccole goccioline di acqua nel cielo, si hanno cristalli. Quando la luce del sole colpisce i cristalli, viene distorta in un modo che riflette la luce in quello che è un parelio.

Nel video che vi riproponiamo in fondo all’articolo potrete osservare lo spettacolare parelio all’alba sul Lago Michigan, davanti a Chicago, il 31 gennaio. Quella mattina le temperature erano di -26°C. L’NWS ha confermato le osservazioni sia di sundog e che di aloni solari a Sioux Falls, nel South Dakota. “I colori solitamente vano dal rosso più vicino al sole al blu fuori dal parelio”, spiega l’NWS. Come i sundog, gli aloni si formano intorno al sole. Un alone è un anello di luce che si forma intorno alla luna o al sole quando la loro luce si riflette sui cristalli di ghiaccio. Solitamente l’alone è un anello bianco luminoso, ma a volte può presentare anche colori.

Sam Keasling, residente del Minnesota, ha dichiarato di aver osservato splendidi sundog ad Harmony intorno all’alba del 30 gennaio. Poiché lo stato è incline a freddo e neve, Keasling ha ammesso di vederli spesso: “L’alba era rosa e così anche il parelio. In realtà è durato per ore e credo sia qualcosa di insolito. Credo che il motivo sia il forte freddo. Era meraviglioso. Sembrava un grande arcobaleno intorno al sole”.  Keasling ha riferito che le temperature quel giorno erano di circa -34°C. Altre foto del fenomeno sono state scattate in North Dakota e Iowa.

Anche se non vediamo un parelio ogni giorno, il fenomeno non è poi così estremamente raro. Serve solo che i cristalli di ghiaccio nell’aria abbiano la corretta posizione rispetto al sole. “È come una specie di arcobaleno: servono le perfette condizioni perché si formi”, ha aggiunto Rogers. Secondo il meteorologo, i sundog si verificano ogni inverno, soprattutto nelle latitudini più a nord, come le Dakota per quanto riguarda gli USA. È più probabile che appaiano quando il sole è basso all’orizzonte, quindi intorno all’alba o al tramonto, ma il fattore più importante rimane il corretto orientamento dei cristalli di ghiaccio: “Quando il sole sale più in alto nel cielo, è meno probabile osservare un parelio a causa dell’angolazione tra la luce solare e i cristalli di ghiaccio, ecco perché normalmente avvengono quando il sole è più basso”, ha concluso Rogers.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 2 votes.
Please wait...