Previsioni Meteo, Italia sott’acqua aspettando il freddo: inizia la “Tempesta di San Giuseppe”, a cavallo dell’Equinozio un lungo periodo di grandi piogge

Previsioni Meteo, forti piogge su gran parte d'Italia nell'ultima Domenica dell'Inverno Astronomico: è la "Tempesta di San Giuseppe", inizia un lungo periodo di maltempo

Previsioni Meteo – E’ l’ultima Domenica dell’Inverno Astronomico sull’Italia, prima dell’Eqinozio di Primavera che scoccherà tra poco più di 48 ore, nel pomeriggio di Martedì 20 Marzo. Ed ‘ una Domenica di maltempo con forti piogge, in modo particolare nelle Regioni centrali tirreniche. Spiccano, intorno a Roma e nel Lazio, i 52mm di pioggia caduti a Cave, i 38mm di Lariano, i 29mm di Morlupo e ancora 26mm ad Anzio, 24mm a Valentano, 23mm ad Ariccia, 22mm a Cervaro, 21mm a Formia, 20mm a Frosinone, 19mm a Roma centro, a Guidonia e a Villa San Giovanni in Tuscia, 17mm a Tivoli. Piove anche tra Emilia Romagna, Toscana, Umbria e Campania, e tutti i fiumi sono ingrossati (nelle foto a corredo dell’articolo l’Arno stamattina a Pisa e Firenze). Anche il Tevere a Roma si appresta a raggiungere gli 8 metri all’idrometro di Ripetta.

Attenzione in Campania: al momento siamo sui 20-30mm di pioggia su tutta la Regione, ma nel pomeriggio/sera le piogge diventeranno torrenziali ed è alto il rischio di frane, esondazioni e straripamenti. Sarà infatti la Regione più colpita dal maltempo.

Le temperature sono tutt’altro che basse in tutt’Italia, e proprio per questo la neve cade soltanto a quote molto alte: ecco perchè il rischio di piene dei fiumi è elevatissimo. Nonostante il maltempo, infatti, abbiamo temperature tipicamente primaverili dai fondovalle Alpini (+12°C a Merano, +11°C a Trento e Rovereto) alla pianura Padana (+11°C a Verona e Pordenone, +10°C a Bologna, Venezia, Modena, Mantova e Treviso, +9°C a Milano, Vicenza e Ferrara). Al Centro abbiamo +16°C a Latina, +14°C a Roma, +12°C a Frosinone, +11°C a Pescara e Ancona, +9°C a Firenze e Pisa. E poi al Sud +19°C a Reggio Calabria e Siracusa, +18°C a Palermo, Catania, Lecce e Crotone, +17°C a Bari, Messina, Taranto, Brindisi, Molfetta, Barletta e Monopoli, +16°C a Matera, Cosenza, Trapani e Catanzaro, +15°C a Foggia, +13°C a Napoli, +12°C a Caserta.

Anche in Sardegna, dopo le forti piogge della notte con accumuli superiori a 20mm in molte località, adesso abbiamo +15°C a Cagliari, +14°C a Oristano, +12°C a Iglesias, +11°C a Sassari.

Le temperature diminuiranno per l’atteso colpo di coda dell’Inverno soltanto a partire da Mercoledì 21 Marzo (al Centro/Nord) e da Giovedì 22 al Sud, e il freddo durerà circa 48 ore. In quella fase, il maltempo sarà concentrato al Centro/Sud con nevicate sui rilievi Appenninici fino a quote collinari. Ma intanto c’è la “Tempesta di San Giuseppe” che si intensificherà ulteriormente durante la Festa del Papà, Lunedì 19 Marzo, e poi Martedì 20 nel giorno dell’Equinozio di Primavera. Ancora una volta senza freddo, ma con forte maltempo, venti impetuosi, mareggiate e nubifragi. Come ampiamente anticipato nei giorni scorsi su MeteoWeb, è questa la principale preoccupazione per il territorio italiano: ci aspetta un lungo periodo di piogge abbondanti su gran parte del Paese.

Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: