Forte scossa di terremoto a Nord/Est mentre irrompe il Burian: paura in Friuli Venezia Giulia, Veneto e Trentino Alto Adige [AGGIORNAMENTI LIVE]

Una scossa di terremoto è stata avvertita dalla popolazione di Friuli Venezia Giulia, Veneto e Trentino Alto Adige stamattina, mentre le temperature crollano per l'ondata di Burian proveniente dalla Siberia: tanta paura sulle Dolomiti, ecco gli aggiornamenti

Una scossa di terremoto è stata avvertita dalla popolazione di Friuli Venezia Giulia, Veneto e Trentino Alto Adige: l’evento si è verificato alle 09:16 di stamattina, mentre il Burian sta irrompendo da Nord/Est facendo crollare le temperature su valori sottozero e provocando le prime nevicate. Secondo la Sala Sismica INGV-Roma il terremoto è stato di magnitudo 3.8, ed è avvenuto nel Parco naturale regionale delle Dolomiti Friulane, a 4 km a sud di Forni di Sopra (UD), ad una profondità di 2 km.

Tanta paura a Belluno, ConeglianoSanto Stefano di Cadore, Auronzo di Cadore, Pieve di Cadore, Lozzo di Cadore, Vigo di Cadore, Domegge di Cadore, Arta Terme e Longarone.

L’evento è stato avvertito ad Agordo, Auronzo di Cadore, Belluno, Calalzo di Cadore, Domegge di Cadore, Longarone, Lozzo di Cadore, Ponte nelle Alpi, San Nicolò di Comelico, San Vito di Cadore, Santo Stefano di Cadore, Sappada, Vigo di Cadore, Claut, Erto e Casso, Frisanco, Trento, Conegliano, Ampezzo, Fagagna, Socchieve, Udine, Villa Santina (dati “Hai Sentito il Terremoto”).

La scossa è stata avvertita in tutta la zona del Parco delle Dolomiti friulane, in alcuni centri del Veneto e persino in Austria.

All’evento magnitudo 3.8 sono seguite due repliche magnitudo 1.1 e 2.4 nei minuti successivi. Al momento non si registrano né danni, né feriti. Decine le telefonate giunte ai centralini delle Forze dell’ordine e dei centri di soccorso.

Accertamenti da parte dei vigili del fuoco e dei carabinieri sono in corso nell’area più vicina all’epicentro, come anche nelle frazioni più isolate.

Protezione Civile: nessun danno segnalato in Friuli

Nessuna segnalazione di danni a persone o cose è stata raccolta dalla Sala operativa regionale della Protezione civile del Friuli Venezia Giulia a seguito della scossa di terremoto.

La centrale unica di risposta al numero 112 e la Sala operativa regionale della Protezione civile di Palmanova hanno risposto a numerose richieste di informazioni ma non sono state ricevute segnalazioni di danni a persone o a cose. Nessuna segnalazione neanche dai Comuni e dai Comandi provinciali dei Vigili del Fuoco di Udine e Pordenone.