UFO: 3 oggetti volanti terrorizzano in piena notte testimoni nei pressi di Napoli [FOTO e VIDEO]

Ufo. Ancora ufo. Ha veramente dell’incredibile quanto accaduto ad Arco Felice, un comune in provincia di Napoli, in piena notte, alle ore 1 e 47. E’ tanto importante – spiega in una nota il Centro Ufologico Mediterraneo – che se ne parlerà al prossimo convegno ufo di Bacoli in programma sabato 28 ottobre 2017, dalle 16,20 alle 20,00 nella Casina Vanvitelliana del lago Fusaro, con ingresso gratuito e la presenza di importanti ufologi, contattati dagli alieni ed addotti. Ad Arco Felice, è accaduto che tre giovani, mentre erano intenti a parlare tra di loro così come è d’uso fare nelle notti d’estate, udivano un improvviso suono simile a quello di un allarme. Immediatamente dopo, la loro attenzione veniva attratta da uno strano oggetto, piuttosto veloce e con moto regolare, che passava verso il nord est, procedendo verso est. Nemmeno il tempo di sparire, ecco che apparivano altri due oggetti volanti non identificati, con traiettoria curvilinea, altrettanto enigmatici, che procedevano in parallelo. Sono stati descritti come due cerchioni di macchine che rotolavano in cielo, di colore grigiastro, ma ornati di luci simili a led. Addirittura, uno dei testimoni, per lo spavento, si è rifugiato all’interno di un abitacolo. I giovani sono riusciti a scattare alcune foto ed a riprendere gli ovni con un video di breve durata. L’avvistamento è durato meno di un minuto, è avvenuto il 12 agosto 2017 ed è stato pubblicato solo ora, in quanto il C.UFO.M., che ha indagato il caso, ha voluto svolgere tutti gli approfondimenti dell’ufo file, inviando, tra l’altro, anche due inquirenti sul posto, il Presidente dr. Angelo Carannante ed il socio Luigi Silimbri, per sentire i testimoni e fare gli opportuni rilievi. Proprio Carannante ha dichiarato che il caso è stato segnalato da Enrico Napolitano, impiegato presso un’importante emittente radiofonica campana, che si tratta di un ufo file estremamente importante e si può annoverare tra i migliori mai indagati dal Centro Ufologico Mediterraneo. Sul sito ufficiale, ma anche sulle pagine ufficiali facebook e twitter, sono disponibili tutti gli approfondimenti dell’avvistamento conditi da bellissime immagini. Un ottimo videotrailer, di Giovanni Potenza esperto montatore del videotrailer, è invece online sul canale youtube CUFOMTV. L’ipotesi “razionale” più gettonata per spiegare l’avvistamento è che possa essersi trattato di droni: tuttavia essa non regge, per una molteplicità di ragioni. La più importante è quella per cui i testimoni sono abituati ad osservare i tanti droni che volano spesso nella zona. Oppure si potrebbe fare l’ipotesi di velivoli sperimentali, visto che ad un paio di chilometri in linea d’aria c’è una base dell’aeronautica militare. Facile tuttavia è l’obiezione: perché testare eventuali velivoli proprio in quella zona e per giunta di notte? Per non essere visti e quindi mantenere il tutto top secret? E l’allarme che ruolo gioca in tutto ciò? Le domande sono poche e le risposte latinano. Dal quartier generale del C.UFO.M., confermano che, allo stato attuale delle indagini, si tratta di tre ufo. Un ultimo dato piuttosto significativo: gli ovni somigliano in maniera impressionante ad un altro oggetto volante non identificato immortalato durante le missioni Apollo nei pressi della luna. Un riscontro impressionante. Decisamente. Si tratta degli stessi ufo?