Venezia inedita, storica bassa marea: canali senz’acqua, disagi e incidenti [GALLERY]

Eccezionale bassa marea a Venezia, -66cm: disagi e incidenti

Venezia non e’ solo “acqua alta”. Capita anche il problema l’inverno, come in questi giorni, la bassa marea eccezionale, con i canali interni all’asciutto, ridotti a stradine melmose, le barche in secca, le fondamenta dei palazzi in vista. Un fenomeno piuttosto comune in questo periodo dell’anno, quando l’alta pressione ‘schiaccia’ la laguna, portando la marea su picchi negativi. Oggi pomeriggio si sono raggiunti i 66 centimetri sotto il medio mare, un livello problematico per la navigabilita’ dei rii piu’ piccoli, che finiscono in secca. Alcune linee di vaporetti del servizio pubblico che coprono la rete interna hanno dovuto essere dirottate sul Canal Grande, che resta perfettamente navigabile. Le difficolta’ alla navigazione iniziano gia’ quando la bassa marea raggiunge i -60. Misure come quelle odierne non si registravano a Venezia dal febbraio 2008, anche se il record di marea ‘al contrario’ risale al lontano 1934, con -121 centimetri.

Vigili del fuoco del reparto volo di Venezia sono intervenuti oggi con l’elicottero per prestare soccorso a due donne incagliatisi con una barca a Fusina, a causa della forte bassa marea, nei pressi del “lago del duro”. Le due, dopo essersi arenate nella secca, hanno tentato di disincagliare inutilmente la barca, bagnandosi gli indumenti, e dopo hanno dato l’allarme. Sul luogo si e’ portato l’elicottero ‘Drago 81’ che ha recuperato le due donne, portare poi a bordo con un verricello. Nel frattempo, anche con l’aiuto di un equipaggio dei pompieri di Mira, i sommozzatori dei vigili hanno operato per il recupero della barca.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...