Ecco le stelle cadenti, ma occhio alla luna: per guardarle meglio bisogna aspettare notte fonda

MeteoWeb

Rimanete svegli a lungo e osservate il cielo tra le 02:30 e le 04:30 della notte: sarà quello, nelle prossime quattro notti, il momento “clou” per osservare al meglio le perseidi che quest’anno non dovranno farsi largo solo nell’inquinamento luminoso delle nostre città, ma dovranno anche “combattere” l’eccezionale luminosità della luna, che sarà piena nella notte tra 12 e 13 agosto, proprio nel momento del picco delle stelle cadenti.
Ma dopo le 02:30 la luna tramonterà, il cielo tornerà scuro e – soprattutto se vi trovate in una zona di montagna, lontana da grandi centri abitati, dovreste vedere tra le 20 e le 30 meteore l’ora, cioè circa una ogni due minuti, anche se nella notte del picco, tra 12 e 13 agosto, specie tra le 03:30 e le 05:00, fino all’alba, ce ne saranno molte di più: circa 100 l’ora, quasi due al minuto, cioè una ogni 30 secondi circa!

Le perseidi, “sono causate da uno sciame di polveri lasciato lungo la sua orbita dalla cometa Swift Tuttle che il nostro pianeta attraversa ogni anno in questo periodo” ha spiegato l’astronoma Elena Lazzaretto dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), Osservatorio Astronomico di Padova. Si tratta di minuscoli granelli di roccia, del peso di pochi grammi i quali, “mentre la Terra attraversa lo sciame – ha aggiunto Lazzaretto – colpiscono il nostro pianeta ad altissima velocità, fino a 200.000km/h. In seguito all’impatto con l’atmosfera i granelli si polverizzano e lasciano una fulminea scia molto luminosa“.

Come ogni anno, per la notte delle stelle cadenti sono state organizzate manifestazioni e serate osservative in tutta Italia. Il cielo sarà sereno o poco nuvoloso in tutt’Italia.
Non mancheranno i brindisi sotto le stelle nell’ambito della manifestazione ‘Calici di Stelle’ organizzata da Associazione Nazionale Citta’ del Vino (Ancv) e Unione Astrofili Italiani (Uai). La Lipu (Lega Italiana Protezione Uccelli) apre la notte del 10 agosto otto oasi naturali con visite e osservazioni guidate da astrofili. Per l’occasione sono previste feste anche nei borghi come nel Castello dei Conti di Ceccano (Frosinone) dove per domani e’ stata organizzata la manifestazione ”Antiche Stelle: storia e storie del cielo nella notte di San Lorenzo”.

– ARTICOLI SULLO STESSO ARGOMENTO –