Il meteo nel mondo: festività natalizie miti nel Regno Unito, tempestose in Norvegia e fredde negli Usa

    /
    MeteoWeb

    Queste festività natalizie stanno scorrendo con conizioni meteorologiche estreme in molte aree dell’emisfero settentrionale. Nel nord America un’intensa ondata di freddo ha determinato un Natale molto freddo. In tutta la fasca meridionale degli Usa le temperature sono inferiori alle medie del periodo da oltre un mese; ha nevicato persino in California dove sono state misurate diverse temperature inferiori allo zero e alcune località registrano un mese da record, il dicembre più freddo da almeno 40 anni.
    Anche in Texas, Colorado, Utah e Arizona è stato un bianco natale con gelo e neve fin a bassa quota. A San Angelo, una città texana, non nevicava addirittura dal 1939!
    Adesso, però, anche negli Usa soffia una fortissima corrente a getto e il Capodanno sarà di bel tempo su gran parte del Paese.

    Situazione completamente differente in Europa, dove il freddo vero quest’anno non è ancora arrivato. Nel Regno Unito è stato un natale straordinariamente mite, con temperature massime che hanno sfiorato i +15°C, cosa che era successa solo nel 1997 e nel 1896. Inoltre dopo un natale da record per la neve (il 2010, in cui l’83% delle stazioni meteorologiche aveva neve al suolo e il 19% neve in atto), in questo 2011 solo il 40% delle stazioni della Gran Bretagna ha misurato neve al suolo.

    E’ andata ancora peggio in Finlandia, dove la neve è poca ed è relegata alle zone settentrionali del Paese (come possiamo vedere nelle mappe a corredo dell’articolo).

    La Norvegia, invece, è stata colpita da una violentissima tempesta che subito dopo Natale ha sferzato le coste Atlantiche, come avevamo già anticipato la sera di Vigilia in quest’articolo. Tra lunedì e martedì venti a 200km/h hanno spazzato la costa sud/occidentale con piogge torrenziali che hanno causato frane in molte località. Si tratta di violente piogge autunnali che solitamente si verificano tra settembre e ottobre, non a fine dicembre, così a nord.
    Circa 10.000 persone sono rimaste 48h senza corrente elettrica e alcuni paesi sono rimasti isolati. La tempesta solo il Norvegia ha provocato almeno 35 milioni di euro di danni. E di questa stagione non è stata nè la prima nè l’ultima profonda perturbazione oceanica che s’è abbattuta sulla Scandinavia: da un mese si susseguono tempeste di tale entità nel nord Europa, e altre si verificheranno nei prossimigiorni.

    Eloquenti i video:

    http://www.youtube.com/watch?v=L7UChqO4hkg

    http://www.youtube.com/watch?v=tT2XdNKixq8