Allarme terremoto a Verona: botta e risposta comune-provincia sulle scuole chiuse

MeteoWeb

Botta e risposta tra Provincia e Comune di Verona sulle polemiche nate per l’ordinanza del sindaco di chiudere oggi le scuole per verificarne la sicurezza dopo il terremoto di ieri. E Tosi oggi attacca: ”L’assessore provinciale all’istruzione Marco Luciani non e’ ‘istruito’ a sufficienza in troppe cose. Primo: in ogni Comune (articolo 15 Legge 24 febbraio 1992 n. 225), e’ il sindaco il responsabile della protezione civile, della sicurezza di tutti i ragazzi che sono a scuola nel territorio comunale e, volendo, anche della serenita’ delle loro famiglie relativamente alla statica degli edifici scolastici. Secondo: che la segreteria del Sindaco di Verona ha avvertito nel primo pomeriggio sia per telefono che via fax la segreteria del Presidente della Provincia sull’ordinanza di chiusura delle scuole in citta’ ancor prima che fosse firmata. Terzo: che sarebbe spettato alla Provincia dare comunicazione al Sindaco dei controlli eventualmente gia’ espletati. Quarto: che l’unico ”intervento a gamba tesa” e’ stata la sciocca polemica dell’assessore all’istruzione, un regalo non necessario ai sostenitori dell’inutilita’ delle Province e di qualche loro assessore”.