Allerta mari e venti: forte scirocco in arrivo su gran parte d’Italia con mareggiate nelle coste esposte

    /
    MeteoWeb

    La circolazione umida in arrivo dal Nord Africa che interagirà con l’aria fredda balcanica più secca e gelida e con la saccatura di origine nord Atlantica in arrivo dalla Valle del Rodano, produrrà nei prossimi giorni un’infittimento delle isobare con forte gradiente barico tra il basso Mediterraneo.

    Questo divario pressorio sarà sintomo di burrasche e conseguente accrescimento del moto ondoso nei mari meridionali, specie tra basso Ionio e Canale di Sicilia.

    A partire soprattutto dalla mattinata domenicale 29 Gennaio e fin verso il 1° di Febbraio la situazione resterà praticamente immutata con rischio di ventilazione forte orientale tra levante e grecale con mari conseguentemente agitati o localmente molto agitati.

    Previsti venti sin verso i 50-60 km/h nelle coste esposte e raffiche in mare aperto anche superiori ai 70-90 km/h e ondate dunque che potranno abbattersi sulle coste esposte ioniche sicule sud/orientali con altezza sui 4-6 mt.

    A rischio dunque i collegamente con le isole minori e sconsigliate le uscite in mare in questi tratti per medio-piccole imbarcazioni.

    La situazione dovrebbe pian piano migliorare a partire dalla giornata successiva con lento e graduale cessazione del moto ondoso proveniente da levante e disposizione della ventilazione più dai quadranti nord/orientali a tutte le quote.