Allerta meteo della protezione civile: “forti venti nelle Regioni occidentali, allarme per la Concordia”

MeteoWeb

Maestrale in arrivo sulla Sardegna e venti di Foehn sui settori alpini occidentali, brevi rovesci e mare mosso nell’area dell’Isola del Giglio. E’ quanto sottolinea la Protezione civile. Per il passaggio di un fronte freddo alimentato da correnti nord occidentali, dalla serata di oggi si assistera’ all’aumento della ventilazione proprio sulle regioni occidentali italiane. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche che prevede dalla serata di oggi e per le successive 24-36 ore, venti forti nord-occidentali, con rinforzi di burrasca, su Valle D’Aosta, Piemonte e Sardegna. Si prevedono, inoltre, mareggiate sulle coste esposte. ”Tali condizioni -viene rilevato- interesseranno anche lo specchio di mare di fronte all’Isola del Giglio, dove si trova incagliata la nave Concordia, naufragata lo scorso venerdi”’. Sull’area sono previsti nella notte brevi rovesci e mare localmente molto mosso sui settori occidentali. Domani si potranno registrare brevi rovesci nella mattinata, che nella seconda parte del giorno andranno ad esaurirsi. Mosso o molto mosso il mare, con moto ondoso in attenuazione dal pomeriggio. Mare mosso, infine, anche nella giornata di sabato 21 gennaio con venti moderati prevalentemente meridionali. In considerazione dell’evoluzione meteorologica, la Protezione civile raccomanda ”particolare cautela nella guida a quanti avessero in programma di mettersi in viaggio nelle zone interessate dal maltempo, moderando la velocita’ e rispettando le distanze di sicurezza, soprattutto quando si percorrono tratti stradali maggiormente esposti ai venti, come i viadotti e le uscite dalle gallerie”. Il Dipartimento della Protezione civile seguira’ l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.