Allerta Meteo: domani un ciclone Mediterraneo nel Canale di Sicilia provocherà piogge torrenziali all’estremo sud e nevicate nelle Regioni Adriatiche

    /
    MeteoWeb

    La settimana del Burian, che grazie al Ponte di Weikoff già formatosi oggi grazie all’anticiclone delle Azzorre in congiunzione con l’anticiclone Russo/Siberiano sta già invadendo l’Europa orientale in queste ore, sull’Italia inizierà con un lunedì – domani – caratterizzato da un ciclone Mediterraneo all’estremo sud, e precisamente nel Canale di Sicilia dove si scontreranno la goccia fredda proveniente dal Atlantico e la perturbazione nord Africana in risalita dal deserto del Sahara: ne verrà fuori una depressione profonda fino a 1005 millibàr con isobare molto ristrette, tanto che nello Stretto di Messina ci saranno 1014 millibàr, in Puglia e Sardegna ci saranno ben 1018 millibàr e in pianura Padana 1024 millibàr. Questa situazione determinerà un forte gradiente barico da cui si scateneranno forti venti, specie nel basso Tirreno, nel mar di Sardegna, nello Jonio e, appunto, nel Canale di Sicilia dove le mappe satellitari daranno spettacolo mostrando un “ricciolo” di nubi intorno all’occhio del ciclone, in cui il cielo rimarrà sereno con calma di vento.
    Nel corso della giornata, dal punto di vista dei fenomeni meteo, avremo forti temporali nel Canale di Sicilia, con nubifragi tra Malta, le Pelagie e Pantelleria, e piogge torrenziali nelle zone joniche dell’estremo sud, tra Calabria e Sicilia orientali, dove lo ‘stau’ alimenterà precipitazioni davvero intense. Sui rilievi di Calabria e Sicilia la neve cadrà copiosa oltre i 1.300/1.500 metri. In queste zone già da oggi pomeriggio le condizioni meteo peggioreranno rapidamente.
    Sarà un lunedì di maltempo anche in altre Regioni, come nella Sardegna orientale, dove nevicherà abbondantemente oltre i 1.000 metri, e nelle Regioni Adriatiche, con precipitazioni nevose localmente intense fin dalle basse colline, oltre i 200 metri nelle Marche, oltre i 400 metri in Abruzzo, oltre i 700 metri in Molise. Precipitazioni anche tra Puglia e Basilicata, con quota neve intorno agli 800/900 metri di quota.
    Nei giorni successivi, poi, l’Italia sarà ancora sferzata dal maltempo con temperature in picchiata e nevicate copiose fin dalle bassissime quote, ma di questo parleremo in altri aggiornamenti del MeteoNotiziario. Ecco, intanto, tutte le mappe riferite alla giornata di domani, un lunedì 30 gennaio che si prospetta tempestoso soprattutto al centro/sud/: