Arriva il gelo al centro/sud, gli avvisi dell’aeronautica militare: “forti venti e mareggiate”. Tutte le mappe

    /
    MeteoWeb

    Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare ha emesso un avviso di fenomeni intensi per le prossime 12/18 ore parlando di “forte vento dai quadranti settentrionali su Sardegna, Sicilia e Puglia in estensione nella notte a Molise, Basilicata e Calabria con possibili mareggiate sulle coste esposte”. Inoltre i meteorologi dell’aeronautica militare parlano di “sensibile diminuzione delle temperature sulle Regioni centrali Adriatiche e su tutto il meridione“.
    Nell’analisi tecnica-meteorologica, i previsori meteo spiegano che “sull’Italia il geopotenziale è in diminuzione e il flusso tende ad assumere una elevata componente meridiana per il passaggio dell’asse di saccatura il cui nucleo freddo è prossimo alle Regioni di nord/est e scorrerà verso sud isolando un cut/off sul medio Adriatico per fine giornata. Si determina, coì, una decisa flessione del campo barico e una conseguente intensificazione del gradiente, con particolare riferimento alle Regioni centro/meridionale. Arriveranno così precipitazioni diffuse, benchè generalmente deboli, su tutto il centro/sud, fatta eccezione per la Tocana e l’alto Lazoi. La diminuzione delle temperature associata all’arrivo dell’aria di origine polare determinerà un progressivo abbassamento della quota delle precipitazioni nevose, che nella notte raggiungerà i 500-600 metri su Abruzzo e Molise“.
    Nelle previsioni testuali a brevissima scadenza dell’aeronautica, i meteorologi scrivono che dalle 13:00 di oggi fino alle 07:00 di domani, mentre al nord il cielo sarà “per lo più sereno, con addensamenti temporanei sul versante Adriatico“, al centro invece il tempo sarà “prevalentemente nuvoloso con nubi più consistenti sulle Regioni Adriatiche dove ci saranno piogge diffuse, specie sull’Abruzzo, con quota neve intorno ai 500 metri“. Per il sud si prevedono “molte nubi con precipitazioni diffuse più frequenti sulle Regioni peninsulari e nella Sicilia settentrionale; le precipitazioni risulteranno nevose intorno ai 700 metri su Molise, Campana, Basilicata e Puglia Garganica, con quota neve in diminuzione durante la notte e che interesserà anche i rilievi Calabri“. Le temperature sono previste in “sensibile diminuzione“, i venti “tendenti a diventare forti in tutto il sud“, i mari localmente “agitati o molto mossi con moto ondoso in generale aumento al sud“.
    Per la giornata di domani, poi, si prevede ancora “nuvolosità irregolare in Sardegna, cielo sereno su Toscana, Lazio e Umbria come in tutto il nord, con qualche nube sulle Alpi e a fine giornata in Liguria“, mentre su “Marche meridionali e Abruzzo ci saranno nubi con piogge sparse e neve a quote collinari, con una tendenza al miglioramento sulle Marche già nella tarda mattinata e sull’Abruzzo solo per fine giornata“: Al sud si prevedono “nubi diffuse e a tratti anche compatte con piogge sparse e neve sulle zone interne a quote collinari, ma con schiarite già dal mattino in Campania e Sicilia meridionale. Un miglioramento più deciso su gran parte del sud avverrà nel corso del pomeriggio”, mentre le temperature saranno ancora in “decisa diminuzione su tutte le Regioni“.