Botti di Capodanno: 2 morti e 595 feriti tra cui 76 bambini

MeteoWeb

E’ di due morti e 595 feriti (di cui 76 minori di 12 anni) il bilancio complessivo degli incidenti legati ai festeggiamenti di San Silvestro. A renderlo noto e’ il dipartimento della pubblica sicurezza. L’anno passato si erano registrati un morto e 498 feriti.  Se il numero dei feriti complessivi appare in aumento (+12,6%), quello dei feriti con prognosi oltre i 40 giorni – che lamentano lesioni particolarmente gravi e danni spesso permanenti – e’ inferiore rispetto allo scorso anno (35 a fronte di 44). I dati relativi agli incidenti “evidenziano, ancora una volta, come gli episodi piu’ gravi debbano essere ricondotti all’uso sconsiderato di prodotti pirotecnici illegali”. Quest’anno si deve registrare tra gli incidenti una vittima a Casandrino in provincia di Napoli, deceduta per l’uso insensato di armi da fuoco e per il quale sono in corso indagini da parte della polizia; l’altro decesso e’ avvenuto a Roma per lo scoppio di un grosso ordigno. Un richiamo forte viene fatto affinche’ si vigili anche in queste ore per evitare che eventuali botti inesplosi, lasciati incautamente per le vie, vengano maneggiati, specie dai bambini piu’ piccoli. Nell’attivita’ di prevenzione e contrasto, le forze di polizia impegnate hanno arrestato o denunciato 437 persone, sequestrando quasi 1200 lanciarazzi, 8 armi comuni da sparo, oltre 157 munizioni, oltre 64 tonnellate di manufatti pirotecnici quasi 3 tonnellate di polvere da sparo, oltre 8,5 tonnellate di prodotti esplodenti artigianali e soprattutto oltre 11mila detonatori (lo scorso anno erano stati meno di 300).