Comuni marchigiani pronti ad affrontare il gelo siberiano

MeteoWeb
Credit: ESA

Dal primo pomeriggio di oggi nevica con insistenza in tutte le Marche, attraversate da una perturbazione siberiana che ha messo in allarme la protezione civile regionale e tutti i comuni. Gia’ questa mattina, la neve e’ caduta nel fabrianese, nel maceratese, nell’alto ascolano, senza pero’ causare disagi al traffico neanche ai valichi appenninici. La situazione sta ora velocemente peggiorando: nevica ad Urbino e nell’alto Montefeltro, deciso nevischio a Pesaro; pioggia debole mista a neve nei capoluoghi Ancona, Macerata, Fermo e Ascoli Piceno. La polizia autostradale non ha registrato alcuna anomalia lungo il tratto marchigiano dell’A14, dove pero’ sono pronti i mezzi di emergenza, a cominciare da quelli spargisale visto che si prevedono forti gelate e un significativo calo delle temperature. Tutti i principali comuni delle Marche sono comunque in allerta in modo da contenere il piu’ possibile i disagi ai cittadini. Ad Urbino, il sindaco ha chiesto di “non occupare con la sosta delle auto le sedi stradali e le vie all’interno e all’esterno del centro storico per non intralciare il lavoro dei mezzi di intervento”. ‘Allerta meteo’ anche per la Provincia di Pesaro-Urbino, che prevede “un evento meteorologico decisamente raro, che determinera’ ingenti accumuli nevosi su tutto il comparto collinare”. L’amministrazione comunale di Ancona ha deciso di creare un elenco di 120 spalatori, con eta’ compresa tra 18 e 65 anni, che paghera’ con buoni lavoro di 12 euro orari lordi. Secondo le previsioni della protezione civile, le precipitazioni nevose sono attese per la tarda serata.