Costa Concordia, 1.100 persone impegnate nella “gestione” dell’incidente

MeteoWeb

”Circa 1.100 persone di Costa Crociere in tutto il mondo sono oggi impegnate senza sosta dalla serata di venerdi’ nella gestione di questo terribile incidente per supportare le operazioni di salvataggio e assistere Ospiti ed equipaggio per farli ricongiungere alle loro famiglie, riportandoli ai loro luoghi di residenza”. Cosi’ il presidente e Ad di Costa Crociere, Pierluigi Foschi, si rivolge in una mail a tutti i soci dei Costa Club, il club fidelity della Costa Crociere, spiegando l’impegno del gruppo nel naufragio della Costa Concordia. ”In un momento cosi’ delicato, mi preme rendere conto a chi ci dimostra da tempo la propria fiducia e vicinanza in qualita’ di Socio CostaClub. Il terribile incidente della Costa Concordia ci ha colpito nei nostri affetti piu’ cari: i nostri Ospiti, i nostri dipendenti, una delle nostre magnifiche navi”. ”Soffriamo per le sofferenze e il disagio che queste persone hanno subito – continua Foschi nel messaggio – e per il dolore delle famiglie delle vittime. Questo drammatico evento straordinario, apparentemente causato da un unico errore umano, che non dovra’ piu’ ripetersi cosi’ come e’ accaduto, non doveva verificarsi”. Foschi sottolinea inoltre le dotazioni e i sistemi di sicurezza delle navi e la preparazione dell’equipaggio, periodicamente verificata anche dalla Guardia Costiera. ”Siamo consapevoli della responsabilita’ che abbiamo verso chi ripone in noi la propria fiducia e le attestazioni che ci vengono da chi e’ stato sulle nostre navi”. Una fiducia che Foschi auspica non venga meno.