Gli Operatori Subacquei della Marina: chi sono i soccorritori del Costa Concordia

MeteoWeb

Gli operatori del Gruppo Operatori Subacquei, che oggi all’Isola del Giglio hanno aperto con l’esplosivo i primi varchi nella nave Costa Concordia alla ricerca dei dispersi, fanno parte delle forze speciali della Marina militare. Tra i loro compiti, anche quello di soccorrere, impiegando idonee apparecchiature, il personale dei sommergibili sino alla quota di 300 metri. Il Gos della Marina e’ in grado di effettuare la bonifica degli ordigni inesplosi dalla battigia sino alla massima profondita’ consentita dalle apparecchiature. Per poter svolgere questi compiti, il personale subacqueo frequenta una serie di corsi di base e di specializzazione diversificati a vari livelli di difficolta’ e di impegno, svolti sia in Italia che all’estero. I Reparti Subacquei della Marina militare dispongono di apparecchiature e di mezzi subacquei di vario tipo.